“Il dolore non si sopporta, si sconfigge” : sabato 31 marzo a Delia

Delia, ore 15.40 “Il dolore non si sopporta, si sconfigge”. E’ il messaggio lanciato dalla Società Italiana di Medicina Generale e dalla Federazione Italiana Medici di Medicina Generale che danno il via in Sicilia ai corsi di formazione sulla terapia del dolore cronico. Cos’è il dolore cronico? Si può sconfiggere? In che modo? Quali sono le terapie migliori? Quali le opportunità per i cittadini colpiti da dolore cronico? Di questo si parlerà sabato 31 marzo a Delia, al  1° corso di formazione, in Sicilia, dal titolo “Il dolore cronico nell’ambulatorio del medico di medicina generale (MMG) – Il percorso diagnostico terapeutico assistenziale (PDTa)”. L’evento, che si terrà a Delia presso il ristorante Lucchese, è organizzato dalla Società Italiana di Medicina Generale e dalla Federazione Italiana Medici di Medicina Generale ed è rivolto ai medici di famiglia e ai medici specialisti. Durante i lavori verranno discussi pure alcuni casi clinici.”E’ la prima volta che in Sicilia viene presentato il percorso  diagnostico terapeutico assistenziale per la terapia del dolore cronico in medicina generale – ha detto Francesco La Verde, medico di Base e medico presso l’hospice di San Cataldo, specialista in Chirurgia oncologica, uno dei docenti del corso. Si tratta di un metodo innovativo che fa superare il vecchio schema terapeutico malattia verso terapia. Il nuovo approccio cambia radicalmente le cose. Il metodo grazie all’ausilio di una provetta di acqua calda a 40° C, di un batuffolo di cotone e di una graffetta metallica  riesce a far individuare il cosiddetto pain generator, il punto dove si genera il dolore. Ciò consente di impostare una terapia mirata del dolore. Il metodo è semplicemente rivoluzionario ed è stato approvato da una legge dello Stato, la legge n. 38 del 2010. Il corso di Delia, il primo in Sicilia, apre un nuovo versante nella lotta al dolore cronico. Finalmente possiamo dire: “Il dolore non si sopporta, si sconfigge”. La legge 38 del 2010 che disciplina  e garantisce l’accesso alla terapia del dolore e alle cure palliative se da un lato ha puntato il dito sulla gravità della situazione, un italiano su cinque soffre di dolore, dall’altro ha fatto emergere alcune criticità che devono essere affrontate e risolte. Prima fra tutte la preparazione del personale sanitario e della classe medica che deve essere nuovamente formata sulla terapia del dolore. “Questo perchè nell’ambito della rete nazionale per la terapia del dolore e della rete nazionale per le cure palliative il punto di riferimento sono i  i medici di medicina generale  – ha aggiunto il dottore Francesco La Verde. Lo scopo dei corsi che si svolgeranno in Sicilia è proprio questo”. Docenti del corso saranno Irene Noè di Augusta; Umberto Pozzecco, di Termini Imerese; Edoardo Di Maggio, di Nicosia; La Verde Francesco di Delia. Tutti medici di medicina generale. Al corso parteciperanno Luigi Spicola, presidente regionale della Società di Medicina generale (SIMG); Salvatore Pasqualetto, vice presidente regionale (SIMG); Giuseppe Mastrosimone presidente provinciale (SIMG-CL)) e Ignazio Morgana, segretario provinciale della Federazione italiana medici di medicina generale ( FIMMG – CL)


 

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti