A San Leone un tunisino rischia di annegare: i carabinieri lo salvano

vedetta carabinieriAgrigento, ore 11:45 A San Leone, a circa 500 metri dalla costa, nello specchio acqueo antistante lo stabilimento balneare gestito dalla Polizia di Stato, l’equipaggio della motovedetta d’altura  dei Carabinieri di stanza a Porto Empedocle, ha soccorso un bagnante che si era allontanato dal bagnasciuga con un materassino in gomma. In particolare, i familiari di Z.B. cittadino Tunisino, abitante in Canicattì, non vedendo ritornare a riva il proprio congiunto e temendo che gli fosse accaduto qualcosa, hanno allertato la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Agrigento, che ha inviato immediatamente sul luogo la suddetta motovedetta impegnata nel pattugliamento della costa in occasione del ferragosto, che ha rintracciato il soggetto impaurito ed in evidente stato di agitazione per la difficoltà a ritornare a riva. Lo stesso, è  stato fatto salire a bordo dell’unità navale e, portato in corrispondenza del citato stabilimento, veniva prelevato dal guardaspiaggia mediante il pattino di salvataggio.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti