Agrigento 2020, Zambito (Pd). “Con Alessi dobbiamo parlare”

peppe zambito con delrioAgrigento, ore 8:13 – “Con Silvio Alessi, dobbiamo ancora parlare. Ci vedremo nei prossimi giorni assieme ai partiti e movimenti che fanno parte della coalizione “Agrigento 2020”. Mette le mani avanti il segretario provinciale del Partito democratico, Peppe Zambito, all’indomani dal vertice che si è svolto a Palermo con il coordinatore regionale Fausto Raciti. E non esclude nessuna possibilità. “Decideremo dopo Pasqua – dice Zambito – perché il 2 ci riuniremo con i circoli ad Agrigento, alla presenza di Raciti. Chiederemo ad Alessi di fare un passo indietro. E’ solo lui che può decidere. Intanto il dato di fatto è che è lui il vincitore delle primarie”. Adesso, pensare che Alessi faccia un passo indietro è sicuramente impertinente e irrispettoso ed il Pd potrebbe uscirne con le “ossa rotte” da questa operazione. Anche perché il Partito ed i candidati, alla vigilia delle primarie, hanno sottoscritto un codice etico che impegna i singoli a sostenere il vincitore delle primarie alle elezioni amministrative di fine maggio. E adesso c’è la possibilità che il Pd “sconfessi” il suo codice etico per candidare a sindaco il deputato nazionale Angelo Capodicasa.

Analisi del voto delle primarie 

Presso la sede del Pdr si è svolto un incontro per analizzare il voto delle primarie della coalizione Agrigento 2020 . E’ emerso questo: su circa 4000 votanti 2360 sono stati nella fascia di età compresa tra 36 e 55 anni, 484 in quella tra 16 anni (solo 64 sino a 18 anni) e 25 anni. Risultato: ha votato il 16,7 percento del corpo elettorale ed in prevalenza di età matura che ha condiviso il progetto ed il programma della coalizione. Erano presenti anche i candidati sconfitti: Vita e Marchetta. “Io con coerenza manifesto la volontà di continuare in un progetto premiato dalla gente – ha detto Marchetta. – Le primarie sono state un momento importantissimo di coinvolgimento dei cittadini, che non può essere compromesso da polemiche, veti e schermaglie politiche varie che dovevano essere con senso di responsabilità essere espresse prima”. Anche Peppe Vita ribadisce la propria posizione successivamente all’esito delle primarie di Agrigento 2020. “Il mio appoggio al tavolo e alla figura di Alessi è tutt’altro che incondizionato – spiega Vita. Sarà subordinato a due aspetti: la prosecuzione di un programma allineato e compatibile alle nostre idee e la formazione di una giunta composta da personalità di spiccata caratura politica, culturale e intellettuale”.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti