Agrigento, Amministrative: Il Pd si “affida” a Firetto

lillo firetto presentazione listeAGRIGENTO. Il Partito democratico non ha un candidato da proporre alla città e si “affida” a Lillo Firetto. Ma pone delle precise condizioni per poter sposare il progetto. E’ questa in sintesi la decisione che è stata presa ieri in tarda mattinata dai circoli cittadini del Pd, sulle amministrative di fine maggio. Tante le proposte discusse: la prima, quella di correre con un proprio candidato, ma dopo il rifiuto di Angelo Capodicasa non c’erano altri esponenti disposti a sacrificarsi, tanto meno Epifanio Bellini che la sua parte l’ha già fatta in occasione delle primarie di “Agrigento 2020”. La seconda quella relativa al ritorno alla coalizione delle primarie, non condivisa dal partito a livello regionale. Perché Alessi intanto ha “imbarcato” una parte considerevole di Forza Italia, quindi saremmo stati al punto di partenza, con l’aut aut delle segreterie nazionali e regionali che hanno detto “No all’accostamento dei due simboli, Pd e Azzurri). Rimane la terza ipotesi, da mettere in campo, quella che piace a Fausto Raciti e a Matteo Renzi: andare con Firetto. Ma a questo punto ponendo alcune condizioni: quella più importante e determinante, la lista ufficiale del Pd nella rosa di liste che sosterranno il deputato regionale. E poi i programmi e le tematiche da campagna elettorale. Rigassificatore, Centro storico che cade a pezzi, attenzione verso gli ultimi e le fasce più deboli della popolazione agrigentina. Nei prossimi giorni una delegazione del Pd incontrerà Firetto.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti