Agrigento, Approvata la tariffa idrica: nessun aumento

marco campione presidente girgenti acqueAgrigento, ore 11:23 – L’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico ha adottato lo schema di regolamento sulla tariffa per i consumi, per gli anni 2014 e 2014 predisposto dall’Ambito territoriale Ag9. Lo rende noto il direttore generale Bernardo Barone, in un documento firmato anche dal responsabile delle attività, Giuseppe Milano e dal commissario dell’Ato idrico, Alessandra Di Liberto. “Secondo il regolamento approvato dall’Autorità – spiega il direttore dell’Ato Ag 9, Dino Barone – non sono stati previsti aumenti a carico degli utenti per il 2014 e 2015 e sono state confermate le tariffe che erano state approvate dal commissario, nel 2013”. La tariffa applicata si distingue per tipologia di utenza e per fascia di consumo annuo per metro cubo di acqua. Le tipologie di utenza si riferiscono a: “Udr”: forniture per usi domestici in abitazioni di residenza anagrafica dell’utente; “Udn”: forniture per usi domestici in abitazioni non di residenza anagrafica dell’utente (seconde case); “Ua”: forniture per usi diversi dai domestici e diversi dagli usi zootecnici e dagli usi pubblici ed assimilati. Ed ancora “Uz”: forniture destinate ad aziende zootecniche per risorsa idrica ad uso esclusivo di allevamento di animali; “Ue”: forniture per enti pubblici in locali utilizzati esclusivamente a scopi istituzionali. A questa tipologia appartengono tutte le strutture e gli uffici pubblici, scuole, ospedali e strutture sanitarie pubbliche e le carceri. Nella stessa tipologia vi rientrano, in quanto assimilabili, le forniture ad enti ed associazioni non commerciali senza fine di lucro per locali utilizzati esclusivamente per attività non lucrative. Le fasce di consumo invece prevedono importi fissi e variabili. Il costo medio per utenza è stimato in 277 euro a famiglia (secondo quanto riferito da Girgenti acque).

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti