Agrigento celebra la Resistenza e festeggia la Liberazione

cerimonia 25 aprileAGRIGENTO. Manifestazioni nel capoluogo ed in tutta la Provincia per ricordare i 70 anni dalla liberazione del Nazifascismo. Il 25 aprile, giornata della resistenza e di liberazione, ha visto ieri diverse iniziative promosse a livello istituzionale. La cerimonia più significativa si è svolta a Villa Bonfiglio, al viale Della Vittoria, alla presenza del Prefetto Nicola Diomede, dei vertici provinciali e rappresentanti delle Forze dell’Ordine, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, Autorità civili e religiose. Hanno inoltre preso parte alla manifestazione alcuni studenti degli Istituti Comprensivi “Contino” di Cattolica Eraclea che alla cerimonia dell’Alzabandiera hanno intonato l’Inno di Mameli, mentre due studenti dell’Anna Frank di Agrigento hanno letto i testi sul significato della giornata della Liberazione. Davanti al monumento ai Caduti è stato schierato un picchetto armato costituito da Carabinieri, Marinai, personale della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria. Al termine della cerimonia si è proceduto all’annullo postale  per ricordare il 70esimo anniversario della morte di Anna Frank ed alla consegna di alcune copie della Costituzione  italiana a giovani della provincia che nell’odierna data sono diventati maggiorenni. In serata, presso il santuario di San Calogero è stata celebrata una messa. Alla vigilia, invece, a porta di ponte, si era svolta la manifestazione “Parole e musica per la libertà”, happening di musica, poesia e interventi vari sulla Liberazione, aperto al contributo di quanti (gruppi musicali, poeti, singoli artisti, uomini e donne di teatro) hanno voluto contribuire a dire la loro sulla Liberazione. Il Palazzo della Provincia si è vestito di tricolore in occasione della Festa della Liberazione. Anche quest’anno, infatti, grazie alla collaborazione della Prefettura di Agrigento e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, due lunghi festoni con i colori della nostra Bandiera ed una coccarda tricolore adornano il prospetto principale del palazzo che ospita anche la Prefettura di Agrigento. La Scala Reale della Provincia, adornata straordinariamente a festa, è rimasta, per tutto il pomeriggio, aperta al pubblico. Le iniziative continuano mercoledì 29 aprile su iniziativa dei sindacati, Cgil, Cisl, Uil e Anpi. Alle 16,30 presso la sala “Silvia Pellegrino” si via Acrone si terrà un dibattito sul tema: “Per il lavoro, l’uguaglianza, la solidarietà, la libertà, la Repubblica, la Costituzione”, con l’intervento dei segretari generali Massimo Raso, Maurizio Saia e Aldo Broccio e del presidente dell’Anpi, Angelo Lauricella.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti