Agrigento, D’Orsi: L’Mpa mi ricandida

Agrigento, ore 19.03 Eugenio D’Orsi “rinsalda” il suo legame politico con l’ex governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, con il suo amico Roberto Di Mauro e resta nel Partito dei siciliani – Mpa. E questa sua “devozione” è in parte dovuta alla rassicurazione, che il presidente della Provincia ha avuto, direttamente da Lombardo sulla sua ricandidatura alla guida dell’ente. Mentre Mariano Ragusa ed altri amministratori hanno deciso di lasciare l’Mpa, perché non hanno gradito l’alleanza con il Pdl e la Lega nord alle prossime Politiche, il capo della Provincia resta ancora “attaccato” a Lombardo e Di Mauro. “Lombardo – dice D’Orsi – mi ha assicurato la candidatura certa come presidente della Provincia. E Lombardo è persona seria. Ci penserà lui a farsi carico della mia ricandidatura presso Alfano ed il Pdl. Io sono stato fedele e non mi aspetto che Lombardo mi scarichi”. D’Orsi risponde anche alle obiezioni che vengono fatte dal suo ex assessore Mariano Ragusa, che si chiede: “Come riuscirà a fare campagna elettorale per la Lega?”. “La scelta di Lombardo – replica il presidente della Provincia – è stata dettata da una necessità: fare una alleanza di convenienza. Vedremo se questa scelta sarà premiata o bocciata dagli elettori”. Qualche dissidente del Mpa, che se ne è andato dal partito, dice che D’Orsi ha una “convenienza” a stare con Lombardo e Di Mauro. Adesso Di Mauro è candidato al Senato, proprio dietro a Lombardo capolista, e se sarà eletto potrebbe optare per il seggio a Palazzo Madama dando libero accesso alla moglie del presidente, Patrizia Marino all’Ars. Significa che per la signora D’Orsi, prima dei non eletti nella lista del Partito dei siciliani – Mpa alle elezioni dell’ottobre 2012, si aprirebbero le porte di Palazzo dei Normanni, con tanto di titolo di onorevole. Certo che con i se e con i ma non si fa la storia, ma spesso la logica, comunque, aiuta a capire. D’Orsi, infine, conferma la sua alleanza col Pd alla Provincia e non pensa, almeno per il momento, a rivedere l’assetto di giunta.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti