Agrigento, Il Comune ha debiti per 11 milioni di euro

comune-AgrigentoAgrigento, ore 18.21 Ammonta a quasi 11 milioni di euro (per la precisione 10.918.149,78 euro), l’esposizione debitoria del Comune di Agrigento nei confronti di alcuni fornitori alla data del 12 dicembre 2012. Il dato è stato pubblicato sul portale on line dei Comune secondo le disposizioni imposte dalla legge che prevede la comunicazione obbligatoria dei debiti dell’ente. In particolare si tratta di debiti per forniture e per prestazioni che non sono stati ancora saldati e, per legge, gli amministratori ed i dirigenti dell’ente, devono anche indicare entro quale data intendono liquidare le somme spettanti. Uno dei debiti più consistenti riguarda l’erogazione dell’energia elettrica e gas con la cessione dei crediti che la società ha fatto visto che il Comune non aveva provveduto al pagamento. Sono bollette non pagate alcune delle quali risalgono al 2008. In questo caso l’ammontare del debito è di 3.579.828 euro e la data prevista per il pagamento è indicata al 31 marzo 2014. Ci sono inoltre due partite non liquidate, sempre per cessione di crediti per la fornitura di energia elettrica e gas per 1.314.131 euro e per 351.404 euro da liquidare, secondo le previsioni, entro il 31 marzo 2014. Poi c’è la fornitura di acqua. In questo casi il Comune è in arretrato di 1.389.688 euro con il gestore privato del servizio di approvvigionamento ed erogazione dell’acqua. Ma il debito sarà estinto entro la fine del mese, precisamente il 31 luglio. Per gli anni pregressi, sempre in tema di fornitura di acqua, ci sono altre fatture non pagate, le cui somme sono soggette ad atti di pignoramento presso terzi: una di 426.728 euro, un’altra di 996.282 euro da pagare entro il 31 marzo 2014, e la terza di 1.163.149 euro da liquidare in 17 rate mensili da 68.420 euro da agosto 2013 a dicembre 2014. Altro debito che il Comune ha contratto riguarda la quota di partecipazione al Consorzio (ma non viene specificato quale), per un  totale di 580.203 euro e la somma sarà spalmata con liquidazioni dal 30 giugno 2014 al 30 dicembre 2015. Di diversa entità il debito che l’ente ha nei confronti del fondo per il risarcimento eredi del personale dipendente deceduto. Un debito che ammonta a 58.739 euro ed altri tre debiti di 69.265 euro che saranno pagati in due rate: la prima a settembre e la seconda a novembre di quest’anno. La somma di 200 mila euro dovrà essere invece corrisposta, il 15 dicembre di quest’anno, al tecnico che ha redatto il piano regolatore generale. Ben 5 invece le fatture da liquidare come maggiori oneri per l’esproprio: si tratta di somme per un totale di 229.239,86 euro da liquidare in quattro rate mensili da agosto a novembre 2013. Per la commissione “Paritetica legale” il Comune ha un debito di 388.211 euro che intende pagare il 31 marzo del 2014. I debiti meno consistenti sono quelli che riguardano il servizio di riscossione tributi (17.607 euro) ed il servizio di trasporto e smaltimento dei rifiuti (14.999,60 euro)  da pagare entro il 30 luglio. Infine un debito da 140 euro per forniture di beni alimentari che sarà saldato a fine mese.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti