Agrigento, L’abuso è ancora “di casa”

demolizioniAgrigento, ore 18:29 – Aumenta l’abusivismo edilizio ad Agrigento. Nel mese di agosto, il dirigente del settore settimo “Pianificazione urbanistica e gestione del territorio” su indicazione della polizia locale, ha segnalato ben 7 casi di opere abusive. Si tratta di dati che fanno riferimento agli edifici costruiti abusivamente. L’abuso segnalato dalla polizia locale riguarda un intervento di ristrutturazione in assenza o in difformità della concessione edilizia in via Carrà, zona a vincolo forestale. Poi c’è un abuso in via Salita Gubermatis, zona A storica con vincolo idrogeologico. Ed ancora in via Degli Oleandri, sono stati denunciati due fratelli per un’opera realizzata in assenza di concessione edilizia, nella zona B del Parco archeologico della Valle dei Templi. Nella stessa zona è stato riscontrato un altro abuso, questa volta in via Santa Rita Da Cascia, anche in questo caso si tratta di un’opera realizzata senza concessione edilizia. Abusivo anche un intervento di ristrutturazione sul lungomare Falcone – Borsellino in zona D del parco. Gli ultimi due casi di abusivismo si registrano al viale della Vittoria (con vincolo idrogeologico) ed in via 25 aprile (opera realizzata su suolo di proprietà dello Stato). C’è ancora quindi, chi per non aspettare i tempi lunghi della burocrazia o chi si trovandosi in zone vincolate, non potendo avere mai l’autorizzazione a costruire o ampliare casa, decide di ignorare le leggi e i regolamenti agendo di testa propria. Nel solo mese di febbraio erano stati segnalati 12 abusi. La polizia locale, attraverso la squadra antiabusivismo, è attiva sul territorio. Il comandante della polizia locale, Cosimo Antonica, sottolinea che comunque nel complesso le denunce sono diminuite e che sono in aumento i cantieri che vengono controllati e trovati muniti di tutte le autorizzazioni di legge. In altri casi però si rende necessario l’intervento per fermare l’abuso e ripristinare la legalità. Anche attraverso la demolizione delle opere realizzate senza concessione.

Lascia un Commento

Articoli recenti