Al Barone Lombardo eseguito intervento al cuore con elettrocatetere

ospedale-barone-lombardo-canicattì[1]CANICATTI’, ore 18:42 – La Medico, unica azienda italiana produttrice di Pace Maker, con sede a Padova sceglie Canicattì per l’anteprima regionale del nuovo Elettrocatetere a vite retraibile tetrapolare per stimolazione VDD (ventricular pacing with atrial tracking), unico al mondo nel suo genere.Venerdì 3 ottobre, all’Ospedale Barone Lombardo di Canicattì, i vertici e gli ingegneri dell’azienda italiana di device hanno assistito e supportato l’equipe del Dr. Luciano Sutera Sardo, in anteprima Siciliana, per l’impianto del nuovissimo catetere che ha recentemente ottenuto l’approvazione del Ministero. Questo dispositivo si trova attualmente in fase di sperimentazione per la compatibilità alla risonanza magnetica, peculiarità brevettata in esclusiva mondiale per questa tipologia di catetere (VDD). Si chiama MG Phymos 4 R il nuovo elettrocatetere endocardico che ha una guaina in poliuretano ed è dotato di una vite in lega di Platino/Iridio per garantire un ancoraggio nella parete del cuore, tanto da diventare un tutt’uno con esso. L’elettrostimolazione dell’ospedale di Canicattì, diretta da Luciano Sutera Sardo, anche se privata di due dei quattro impiantisti in organico, non solo, non ha ridotto il servizio, ma con spirito di sacrificio e dedizione ha raddoppiato il numero di impianti di pace maker. Il Cardiologo Luciano Sutera Sardo, ha dichiarato: “il paziente versa in ottime condizioni e presto sarà dimesso, l’impianto non ha avuto nessuna complicanza e non rappresenta che la normale routine quotidiana. Ogni giorno si cerca di garantire il massimo ai nostri pazienti e lo si fa con scienza e soprattutto coscienza. Gli sforzi, fino adesso fatti, vanno ad interpretare il pensiero del nostro attuale direttore generale che ha chiesto che non vi siano più flussi migratori verso Aziende sanitarie del Nord soprattutto quando le nostre strutture sono in grado di garantire gli standard qualitativi richiesti. Il segnale è forte: il nord va verso il sud e non viceversa. La nostra sanità è, ormai, virtuosa ed è pronta al salto di qualità verso l’eccellenza”. La Cardiologia interventistica dell’Ospedale di Canicattì si pone come centro di riferimento della Sicilia meridionale e finalmente queste competenze vengono riconosciute anche da importanti aziende del Nord.

Lascia un Commento

Articoli recenti