Amministrative Canicattì: ci provano in nove per la carica di sindaco

CANICATTI’ – Con 9 candidati alla carica di sindaco e 360 aspiranti consiglieri comunali, la città dio Canicattì si appresta a rinnovare i suoi organi da eleggere democraticamente. Tra i 4 Comuni chiamati al voto nella giornata di domenica 5 giugno, la città dell’Uva Italia è quella con il plotone più numeroso di candidati alla carica di primo cittadino.

Questi i nomi e le rispettive liste che li sostengono:

Gaetano Rizzo, appoggiato da “Sicilia Futura” e “Un Passo Avanti”; assessori designati Patrizia Bennici, Ivan Trupia, Mauro Zanchi.

Ettore Di Ventura, sostenuto da Partito Democratico. Uniti per Canicattì e “Soprattutto Canicattì” Assessori designati Enzo Di Natali, Katia Farrauto, Massimo Muratore e Alberto Tedesco.

Antonio Scrimali sostenuto dalla civica “Con Scrimali per Canicattì”; assessori designati: Fabio Di Benedetto, Matteo Martines e Rossana Giannetto Pantano.

Ivan Paci, sostenuto liste civiche “Canicattì Riparte” “Paci Sindaco” “Nuova Canicattì”. Assessori designati: Dario Scaglione, Giovanni Insalaco e Dina Nicosia.

Angelo Caico appoggiato dall’Udc. Assessori designati: Giuseppe Merulla, Teresa Giarratana, Lina Curtopelle e Gaetano Piombino.

Salvatore Polizzi sostenuto dalla lista “Patto per Canicattì” assessori designati: Giuseppe Milioti, Giuseppina Milazzo, Ignazio Fabbrica, Calogera Ferrante.

Gioacchino Asti sostenuto da“I Canicattinesi- Asti Sindaco” e “Fare con Tosi” assessori designati Mariella Pansica, Katia Eleonora Fazio e Raimondo Diego Gucciardo.

Giovanni Salvaggio “Canicattì Unica”. Assessori designati Daniela Marchese Ragona, Irene Sacheli e Gioacchino Castellana.

Sandro Marchese Ragona Movimento Cinque Stelle. Assessori designati Giuseppe Cassaro, Amalia Castrogiovanni e Salvatore Messina.

Si potrà votare nella sola giornata di domenica 5 giugno e le urne rimarranno aperte dalle 7 alle 23. Immediatamente dopo inizierà lo scrutino delle schede. E’ previsto il turno di ballottaggio qualora nessuno dei 9 candidati a sindaco raggiungesse la soglia del 50 per cento + uno dei voti validi calcolato sulla base degli elettori votanti.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti