Calcio Promozione: Canicattì e Ravanusa alla prova del 9

CANICATTI’ – Ottava giornata del campionato di Promozione con un calendario alquanto variegato e difficile per le squadre agrigentine. La vice capolista del girone D, l’Aragona di mister Alessio Sferrazza, forte dei 16 punti conquistati in 6 giornate (la squadra ha già osservato il turno di riposo imposto dalla federazione), a meno cinque dalla capolista Nissa (che invece ne ha disputate 7 di gare), oggi sarà impegnata in trasferta sul difficile campo del Ragusa. Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia, avvenuta in settimana con il Ravanusa che va avanti, l’Aragona si concentra sul torneo. Dirige la sfida il signor Fabio Franzò della sezione arbitri di Siracusa. L’altra squadra ragusana, il Marina se le vedrà invece col Licata di mister Mimmo Bellomo che ha inanellato 4 vittorie consecutive ed è alla ricerca della cinquina. Dopo il passaggio del turno in Coppia Italia ai danni dell’Atletico Caltanissetta, i gialloblu tentano di proseguire la striscia vincente per avvicinarsi alla vetta della classifica, sfruttando magari, qualche mezzo passo falso di chi è più in alto. Il Licata sta benissimo, nella testa e nelle gambe. Corre di più e meglio degli avversari, termina la gara in crescendo: netta dimostrazione di una condizione fisica ottimale. Segna anche chi non ti aspetti (vedi La Cognata in coppa), fotografia che immortala un gruppo unito, libero di pensare e di divertirsi giocando con conseguente vittoria che tronca, sul nascere, ogni sintomo di malattia pallonara. “Tifosi, tutti al “Dino Liotta”: è questo l’appello lanciato dal direttore sportivo, Angelo Curella”. Si inizia alle 14,30. Terna arbitrale promiscua: Giovanni Martorana di Enna (centrale); Roberto Rizzo e Andrea Varisano (Agigento), assistenti.  Va a Comiso il Casteltermini di Gaetano Vassallo. Squadra “quadrata” quella granata che dopo aver osservato il turno di riposo la scorsa settimana torna in campo con la grinta di sempre, trascinata da Gero Miccichè. Arbitra il signor Giuseppe Baglieri di Ragusa, assistito da Alessandro Gennuso e Giuseppe Costanzo di Caltanissetta. Al Carlotta Bordonaro, quindi tra le mura amiche, il Canicattì guidato da mister Raimondo Filippazzo ospita il New Team Ragusa. Ci si aspetta una pronta reazione: i tifosi e l’intera città meritano ben altro, come merita ben altro la società che sta facendo il possibile per centrare i risultati sperati. Terna arbitrale interamente agrigentina con Cristian De Caro (centrale), Antonino Giambrone ed Alfonso Saieva (assistenti). In coda ci sono Ravanusa e Polisportiva Palma. Il Ravanusa ospita al Saraceno il Macchitella di Gela. “È un momento in cui bisogna soffrire – dice mister Angelo Loggia. Non dobbiamo commettere quegli errori che poi risultano decisivi a nostro svantaggio e cercare di essere più decisi dietro e concreti in fase offensiva dobbiamo crescere in aggressività e forza, troveremo la strada giusta”. La Polisportiva Palma gioca in trasferta a Gela contro l’Atletico. Nel girone A infine, il Menfi ospita il Carini.

Lascia un Commento

Articoli recenti