Campobello, Blitz “Last Trip 2”: Melluzza in libertà, Lillo Termini ai domiciliari, il padre resta in carcere

Campobello di Licata, ore 16.34 Torna in libertà Giuseppe Melluzza, manovale campobellese di 23 anni, arrestato nel blitz “Last Trip 2” condotto dai militari dell’arma della Compagnia di Cefalù, coordinati dal Gruppo di Monreale. Per Melluzza, difeso dall’avvocato Salvatore Manganello, il Tribunale del Riesame, presidente Consiglio, relatore Di Maida, ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei suoi confronti per l’accusa di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Il capo di imputazione di associazione a delinquere è stato annullato anche nei confronti di Calogero Termini, 28 anni, che è stato posto ai domiciliari, e per il padre, Salvatore Termini di 55 anni, che resta in carcere per la sola accusa di spaccio di droga, pure loro difesi dall’avvocato Manganello. In sostanza, il legale di fiducia dei tre campobellesi, l’avvocato Salvatore Manganello, è riuscito a dimostrare al Pm, Daniele Paci ed ai giudici del tribunale della libertà, che non c’è stata associazione finalizzata allo spaccio ma singoli episodi che saranno analizzati e sottoposti a verifica nel corso del processo.

[nggallery id=173]

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti