Campobello, Falsone (Mpa): si chiude la pagina più nera della città

Campobello di Licata, ore 17:34 “È finita . Con la sfiducia a Michele Termini   si chiude per Campobello una pagina di storia che verrà ricordata come la più buia della nostra città”. Così commenta la sfiducia al sindaco Michele Termini il commissario del Mpa, Gianluca Falsone. “Alle ultime elezioni Amministrative anche noi avevamo puntato su un giovane ed ambizioso  Sindaco sperando di poter far leva sul dinamismo, innovazione e voglia di fare, doti e virtù che dovrebbero contraddistinguere ogni giovane, specie se con la passione della politica; ecco perché avevamo puntato su Termini. Ci siamo , invece, subito scontrati con un personaggio giovane anagraficamente ma vecchio nel suo intelletto e nel gestire la cosa pubblica del tutto incapace a rispondere alle reali esigenze di una comunità, aggrappato a vecchie logiche di potere e di attaccamento alla poltrona tradendo di fatto ogni aspettativa di rinascita. Non ci aspettavamo voli pindarici di chissà quale sorta, capiamo bene che l’amministrazione di un piccolo comune come il nostro non può di certo creare politiche di riforme per la creazione di migliaia di posti di lavoro o riforme strutturali di welfare ma una politica improntata sulle esigenze locali mirate a garantire ogni servizio essenziale volti a garantire una migliore qualità di vita. Nascondersi dietro la solita solfa del “non ci sono soldi” non è e non può essere un attenuante di garanzia, è chiaro,  che un buon amministratore oggi non può solo sperare di fare cassa aspettando trasferimenti statali o regionali ma attraverso una politica anche impopolare capace di interrompere vecchi schemi consolidati. Certamente l’esperienza Termini è stata una lezione per tutti, in particolar modo per chi oggi si candida alla governance della città, la politica è cambiata, fare il Sindaco non può essere l’aver coronato il proprio sogno nel cassetto ma semplicemente spendersi per cercare di  garantire alle generazioni che verranno e ai nostri figli un futuro migliore. Siamo pronti a ripartire con quanti vorranno sottoscrivere un serio programma Politico-Amministrativo partendo dalla base delle forze politiche che hanno avuto il coraggio di interrompere l’esperienza Termini costituendo un cartello tra forze moderate, riformiste e con vocazione territoriale che in parte rispecchia il quadro politico regionale costituito da MpA – FLI e PD.

Lascia un Commento

Articoli recenti