Campobello, I Cinquestelle criticano il sindaco Picone

giuseppe siciliaCAMPOBELLO DI LICATA. Il movimento Cinque stelle si scaglia contro il sindaco, Gianni Picone, per l’assenza alla riunione convocata ad Agrigento dai sindaci della provincia che vogliono tornare a gestire i servizi idrici. “Il sindaco – scrive in una nota il locale meetup Giuseppe Sicilia – era assente ad una importante riunione degli amministratori che vogliono abbattere le tariffe, riappropriandosi delle reti e dando risposte ai cittadini che segnalano molti disagi, compresi i turni lunghi nella distribuzione dell’acqua. Picone ha così perso un’occasione preziosa per unire la sua voce a quella di altri sindaci, attenti nell’ascoltare quella stragrande maggioranza di cittadini che già col referendum si è pronunciata a favore dell’acqua pubblica. Nella riunione ad Agrigento i sindaci hanno deciso di avviare le procedure perché – sulla scorta di un parere legale – si avvii l’iter legale e burocratico per riappropriarsi delle reti, nei comuni che le hanno cedute, e del servizio per stabilire un’unica tariffa per tutti gli utenti della società privata. Mentre i cittadini chiedono risposte certe sui servizi idrici e lamenta disagi di ogni genere, l’amministrazione in carica tiene su questa vicenda un basso profilo, divenendo così complice di una situazione per tutti insopportabile, considerando che agli alti costi sopportati dagli utenti non corrisponde un servizio che risponda degnamente e rispetti le necessità delle famiglie. Il meetup di Campobello darà battaglia perché questo bene comune, che è l’acqua torni nelle disponibilità degli enti pubblici e sosterrà quindi ogni proposta della Regione Siciliana che favorisca la possibilità per i Comuni siciliani di riappropriarsi per intero dei servizi idrici”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *