Campobello, il sindaco Termini sta per l’Udc ma strizza l’occhio al Patto per il territorio

Campobello di Licata, ore 9:35 Tutti guardano al Patto ed anche il sindaco di Campobello di Licata, Michele Termini, guarda al territorio. Nuove adesioni al Patto per il territorio, movimento politico costituito alla Provincia con un gruppo consiliare che ha nominato capogruppo il riberese Matteo Ruvolo. Entrano a far parte del progetto politico sindaci come Silvio Cuffaro, che amministra Raffadali, che si aggiunge a Michele Termini, capo dell’amministrazione comunale di Campobello di Licata ed a Marco Zambuto, sindaco del Comune capoluogo (questi ultimi esponenti dell’Udc) che già ad aprile scorso avevano “battezzato” il Patto territoriale. Ma entrano anche amministratori e consiglieri provinciali e comunali, da Agrigento a Racalmuto, passando per Raffadali e Porto Empedocle.  Tutte le novità saranno illustrate da Matteo Ruvolo e Riccardo Gallo, lunedì mattina durante una conferenza stampa. “A pochi giorni dalla presentazione del Terzo polo anche ad Agrigento – dice Matteo Ruvolo, capogruppo alla Provincia per il Patto – si registrano sconvolgimenti nel panorama politico. In un momento di grande confusione per i partiti, un movimento spontaneo, un soggetto politico nuovo come quello del Patto per il territorio, raccoglie nuove adesioni e nuove partecipazioni. Unico comune denominatore la difesa e la valorizzazione della nostra provincia e del nostro territorio”. “Siamo un movimento – aggiunge Riccardo Gallo – non un partito e non abbiamo ambizioni di diventare un partito. Il nostro obiettivo è quello di trovare soluzioni ai problemi e spiegare ai cittadini quello che viene nascosto loro: come ad esempio la legge elettorale di cui nessuno parla e che non garantisce certamente i cittadini. Altri argomenti riguardano gli Ato, gli ambiti territoriali ottimali dei rifiuti e del servizio idrico. Siamo accanto alle persone”. Michele Termini spiega la sua posizione. “Già ad aprile scorso ho dato la mia disponibilità, assieme al sindaco Zambuto, ad aderire al Patto. L’adesione non preclude la mia militanza nell’Udc. Guardo al movimento come momento di sintesi tra la politica ed il territorio”.

Lascia un Commento

Articoli recenti