Campobello, Trovato morto nel suo appezzamento di terreno

CarabinieriCampobello di Licata, ore 8:34 – E’ morto a causa di un infarto, mentre stava raccogliendo delle mandorle nel suo appezzamento di terreno. Fatta luce, dai carabinieri della stazione di Campobello, guidati dal maresciallo Luca Vitobello, su quello che in un primo momento era sembrato un vero e proprio giallo: la morte di Salvatore Randazzo, bracciante agricolo di 74 anni, trovato cadavere in una campagna con evidenti graffi sul corpo, domenica scorsa, anche se la notizia è stata diffusa soltanto ieri. La magistratura inquirente della Procura di Agrigento ha disposto, su segnalazione dei carabinieri, l’ispezione cadaverica perché gli inquirenti, in un primo momento non sembravano convinti che si fosse trattato di una morte per cause naturali. La circostanza non veniva esclusa, ed è per questo motivo che era stato chiesto un approfondimento di indagine, attraverso l’esame medico. In sostanza, i carabinieri, che sono giunti nel terreno di campagna dove l’uomo è stato trovato senza vita, hanno trovato apparenti segni di violenza sul corpo di Salvatore Randazzo. Sono dei graffi che l’uomo, comunque, avrebbe potuto procurarsi cadendo dall’albero di mandorle che si trova a pochi metri dal luogo in cui è stato ritrovato il cadavere, ma che per precauzione ed opportuno approfondimento investigativo, sono stati fatti visionare a medici esperti e competenti. Alla fine è risultato, che l’uomo, che soffriva di cuore, è morto per arresto cardio circolatorio. Sposato con una donna di Ravanusa, senza figli, Randazzo era un uomo con una vita tranquilla, dedito al lavoro ed alla moglie che amava alla follia e con la quale abitava in via Regina Elena nei pressi della piazza Canale. Un uomo che non ha mai avuto problemi con la giustizia e non è mai stato visto in compagnia di persone poco raccomandabili. Appunto per questo motivo la sua morte e la posizione supina in cui è stato trovato, hanno insospettito e non poco i carabinieri che sono intervenuti sul posto. In sostanza, secondo l’ultima ricostruzione dei fatti, Salvatore Randazzo era salito sull’albero di mandorle per la raccolta del prodotto ma si è sentito male ed è caduto procurandosi anche dei graffi. La salma è stata restituita ai familiari per i funerali che si svolgeranno tra oggi e domani presso la chiesa di Gesù e Maria.