Campobello, Un’estate “trascorsa” con la Pa.Sol.

pasolCAMPOBELLO, ore 11:22 – Anche quest’anno i giovani della Pa.Sol, guidati e diretti dal presidente Carmelo Ciotta e dal vice presidente Luigi Bella, hanno voluto mettersi in discussione, rinunciando a giornate di mare e relax, pur di regalare a bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni, intere giornate di gioco, preghiera e svago di qualsiasi genere. Centinaia di giovani campobellesi si sono ritrovati presso la casa Sant’Angela Merici (ex Oratorio) accomunati dalla voglia di stare insieme nella gioia di Cristo. Animatori (dai 14 anni in su) hanno scelto di impegnarsi nel duro compito di prendersi cura dei “più piccoli”, dovendo fare di tutto pur di non farli annoiare: sono passati dal ballo alle più buffe rappresentazioni teatrali. “È stata, come ogni anno – dice Carmelo Ciotta – una magnifica occasione di incontro e confronto, non solo per i bambini (che hanno potuto, così, allargare l’orizzonte delle proprie amicizie e disintossicarsi dal continuo diffondersi dell’uso di videogiochi e social network che sacrificano la vita sociale rimpiazzandola con la solitudine delle nuove tecnologie), ma anche per gli animatori che, trovandosi a collaborare con altri ragazzi, sono cresciuti nella considerazione dei pareri altrui, nel gestire responsabilità di vario genere, e soprattutto nel rispetto delle regole di gruppo. Nel 2014 (“epoca moderna, nella quale tutti i valori sono stati perduti”) esistono ancora giovani che, di generazione in generazione (per ben 18 anni), sono stati capaci di essere promotori di speranza nella nostra terra di Campobello; giovani che sanno ancora mettere in discussione il loro divertimento e tempo libero pur di portare avanti iniziative che promuovano i valori cristiani e umani nella gioia, che è propria dei bambini, perché ogni bambino ha il diritto di crescere nella speranza”.

[nggallery id=213]

Lascia un Commento

Articoli recenti