Campobello, veleni in consiglio comunale

Campobello di Licata, ore 8:00 Veleni in Consiglio comunale, dibattito serrato e tensioni. Sull’argomento è intervenuto il sindaco della città, Michele Termini: “L’amministrazione comunale resta esterrefatta dal comportamento tenuto dai consiglieri comunali del gruppo Mpa – Libertà e Autonomia per i toni usati e gli attacchi personali, tali tensioni accumulate, alla fine dei lavori, sono sfociate in un principio di rissa tra un consigliere comunale ed un cittadino spettatore”.

Pertanto, continua il sindaco, “stigmatizzo in modo forte l’atteggiamento dei consiglieri comunali di Mpa – Libertà e Autonomia ed invito il presidente del Consiglio a convocare una conferenza dei capigruppo nella quale si ribadiscano i compiti ed i toni che si devono utilizzare in consiglio comunale, inoltre fino a quando il presidente del consiglio non sarà in grado di garantire il rispetto delle regole, il sindaco invita i suoi gruppi di riferimento, Udc, Fli ed il consigliere comunale “indipendente” Pirrera, a non partecipare a simili tragicomiche rappresentazioni teatrali che nulla hanno a che vedere con il ruolo alto e nobile del Consiglio comunale di Campobello di Licata.

Se l’intenzione dei gruppi Partito democratico, Campobello Libera e soprattutto Mpa – Libertà e Autonomia, è quella di continuare su questa scia, l’amministrazione comunale non parteciperà più alle sedute del Consiglio comunale e tenuto conto che questi gruppi rappresentano la maggioranza consiliare (dodici consiglieri comunali su venti), quindi, conclude il sindaco, i gruppi politici Udc, Fli ed il consigliere comunale “indipendente” Pirrera, non sono determinanti per la validità delle adunanze consiliari.

Tutto ciò per assoluto rispetto dei cittadini di Campobello che non meritano simili umiliazioni.

Lascia un Commento

Articoli recenti