Canicattì, Il 7 luglio si riunisce il Consiglio comunale. Aprile verso la presidenza?

CANICATTI’ – Dopo la nomina degli assessori con l’attribuzione delle deleghe e la mancata assegnazione del ruolo di vice sindaco, a Canicattì il dibattito politico si sposta sull’elezione dell’ufficio di presidenza. E se per il neo sindaco Ettore Di Ventura non è stato facile dirimere le controversie tra Enzo Di Natali e Tommaso Vergopia che aspirano a ricevere l’incarico di vice sindaco, per la coalizione che lo ha sostenuto in campagna elettorale, e cioè le liste Pd e Uniti per Canicattì non sarà una passeggiata chiudere il cerchio. Di certo c’è che la prima seduta del nuovo Consiglio comunale è stata convocata dal presidente uscente Ivan Trupia per il 7 luglio alle 18.30. All’ordine del giorno il giuramento dei consiglieri, la verifica di eventuali casi di incompatibilità e surroga di eventuali consiglieri non convalidati. Ed ancora l’elezione dell’ufficio di presidenza, composto da tre consiglieri: presidente, vice presidente vicario e terzo componente. Di seguito il giuramento del sindaco e l’elezione della commissione elettorale comunale. La prima seduta sarà presieduta dal consigliere anziano, cioè Fabio Di Benedetto, il più votato alle recenti consultazioni amministrative. Di Benedetto poi cederà il posto al presidente eletto che da indiscrezioni potrebbe essere l’avvocato Diego Aprile. Ma sul nome di Aprile non c’è intesa anche perché la carica è ambita dalla lista Uniti per Canicattì: Umberto Palermo o Giangaspare Di Fazio. La vice presidenza, che non ha indennità di carica, potrebbe essere lasciata all’opposizione. A lavoro Daniela Marchese Ragona eletta nella lista Canicattì unica che potrebbe ricevere i voto della maggioranza, ma non certamente quelli dell’opposizione, soprattutto dei consiglieri della lista Con Scrimali, Mimmo Licata e Fabio Di Benedetto. Il Consiglio comunale sarà composto da: Calogero Muratore, Francesca Cipollina, Alberto Tedesco, Angelo Cuva, Diego Aprile, Evelin Pendolino e Brigida Alaimo (Partito democratico), Umberto Palermo , Giangaspare Di Fazio, Rita Parla, Giuseppe lo Giudice, Ignazio Giardina, Silvia Li Calzi e Angela Assunta Lauricella (Uniti per Canicattì). Fabio Di Benedetto e Mimmo Licata della lista Con Scrimali per Canicattì. Luigi Salvaggio ed il presidente uscente Ivan Trupia di Sicilia futura. Daniela Marchese Ragona per la lista Canicattì unica, Giovanni Rubino per l’Udc. Per la lista Canicattì riparte i consiglieri saranno 2 Giuseppe Alaimo  e Maria Concetta Lo Giudice. Salvatore Carusotto (Nuova Canicattì) e Fabio Falcone per il movimento Cinque stelle.

Lascia un Commento

Articoli recenti