Canicattì, Il Cda del Tre Sorgenti si spacca sulla consegna delle reti idriche all’Ato

Canicattì, ore 10:13 Sulla consegna delle reti idriche del Tre Sorgenti all’Ato Girgenti acque il Consiglio di amministrazione del consorzio acquedottistico di Canicattì si spacca. Da una parte il presidente, l’avvocato Calogero Meli che ha chiaramente detto che il 6 settembre procederà alla consegna degli impianti, così come stabilito dalla Regione, dall’altra il vice presidente, Giuseppe Brancato che ha preso carta e penna ed ha scritto una lettera alla Procura ed ai sindaci dei 7 Comuni consorziati per denunciare “il tentativo da parte dell’Ato di ottenere la consegna degli impianti idrici per affidarli a Girgenti Acque. Questa è l’ennesima richiesta, avanzata in tal senso, negli ultimi tre anni, che sino ad ora non ha prodotto nessun effetto. Anzi, qualche effetto collaterale lo ha prodotto, e mi riferisco alla vicenda giudiziaria in cui sono coinvolti: Salvatore Petrotto (ex sindaco di Racalmuto, Angelo Graci (sindaco di Licata), che sono imputati del tentativo di corruzione nei confronti di Girgenti acque. Secondo l’accusa i tre imputati hanno offerto di adoperarsi per la consegna degli impianti del Tre Sorgenti, in cambio di favori o vantaggi economici personali”. Domani mattina si terrà l’assemblea dei soci: i sindaci di Canicattì, Campobello di Licata, Ravanusa, Grotte, Racalmuto, Licata e Palma di Montechiaro che dovranno esprimersi sulla vicenda. A quanto pare sono contrari alla consegna delle reti i Comuni di Licata, Palma di Montechiaro e Campobello di Licata, mentre gli altri 4 soci sono d’accordo con il presidente Meli. Quindi, viste le quote detenute dai tre soci contrari passerebbe la linea del no. Ma il presidente non ci sta: “Abbiamo un obbligo che la legge ci impone, quello di consegnare le reti. Non capisco perché alcuni sindaci hanno consegnato le reti di proprietà dei Comuni e si oppongono al trasferimento degli impianti del Consorzio”. L’unico Comune che ha un deterrente è quello di Palma, dove il sindaco Gallo prima e Bonfanti adesso non hanno proceduto al passaggio delle reti all’Ato.

Lascia un Commento

Articoli recenti