Canicattì, Sono state concluse le indagini per la ginecologa che lavorava presso l’ospedale Barone Lombardo

Canicattì ore 18:30 La ginecologa che lavorava presso il Barone Lombardo di Canicatti  sono state concluse le indagini è stata contestatoa per di omicidio colposo. I fatti risalgono al giugno 2008 e riguardano la morte del neonato N. N. Erano le 6 del mattino quando due coniugi canicattinesi si presentarono al pronto soccorso dell’ospedale perché la donna, al nono mese di gravidanza, accusava dei malori. Immediatamente venne trasferita presso il reparto di ostetricia e ginecologia per accertamenti.  La ginecologa dopo avere visitato la paziente ed effettuato un tracciato decise di  rimandarla a casa perché tutto sarebbe stato nella norma. Ma la donna, appena giunta nella sua abitazione, venne colpita da una emorragia. Da qui una nuova corsa in ospedale dove avvenne
il parto, ma qualche ora dopo il piccolo N. N. morì.