Carmelo D’Angelo: Ato ai Comuni e alle Provincie per ridurre gli sprechi

Ravanusa, ore 20:31 Sul bando per un maxi prestito da un miliardo per coprire il deficit dei vecchi Ato rifiuti, andato deserto, interviene il consigliere provinciale Carmelo D’Angelo che ha anche presentato una interpellanza sulla Dedalo Ambiente per un avviso pubblico. Il debito degli Ato – accumulato dal 2004 a fine 2010 – vale due terzi della manovra della Regione Siciliana, che lo avrebbe contratto come garante lasciando il pagamento ai Comuni che non hanno incassato la Tarsu e la Tia. «Se anche le banche nutrono dubbi sulle capacità di pagamento degli enti pubblici» ha dichiarato Carmelo D’Angelo «è necessario che il governo Lombardo acceleri per chiudere la stagione dei vecchi Ato». «La gestione dei rifiuti» ha dichiarato ancora il consigliere provinciale «deve essere riassegnata ad un ente istituzionale, come la Provincia o il Comune, per evitare che gli Ato continuino ad essere strumenti di lottizzazione del potere o mezzi per creare precariato e false aspettative di sviluppo». Il consigliere Carmelo D’Angelo ha presentato anche una interpellanza urgente per avere chiarimenti sull’opportunità da parte della Dedalo Ambiente di pubblicare, in regime di liquidazione, un avviso pubblico di manifestazione d’interesse per individuare operatori al fine di avviare il servizio sperimentale di ricezione carta, cartone, plastica, alluminio e vetri per il successivo conferimento al Conai.

Lascia un Commento

Articoli recenti