Castellano (Comitato Pro ospedale): chiude l’Utic. Ficarra (Asp) smentisce

CANICATTI’ – Ormai è ufficiale: la direzione dell’Asp, l’azienda sanitaria di Agrigento, ha disposto la chiusura dell’Utic, l’unità di terapia intensiva coronaria dell’ospedale Barone Lombardo di Canicattì. Lo rende noto Salvatore Castellano,  presidente del Comitato Pro ospedale Canicattì. Castellano invita la città alla mobilitazione perché non si può restare inermi di fronte ad una decisione simile.

salvatore lucio ficarraLA REPLICA DELL’ASP (DR. SALVATORE LUCIO FICARRA) Il general manager dell’azienda sanitaria provinciale di Agrigento, Salvatore Lucio Ficarra ha respinto l’ipotesi di chiusura del servizio. “Con il decreto 46 dello scorso anno pubblicato in gazzetta ufficiale, la Regione – dice Ficarra  – non ha inserito i posti letto per questo servizio. Ma non erano chiare le intenzioni dell’assessorato. Per cui abbiamo stabilito di mantenere il servizio in attesa di chiarimenti da parte della Regione. Abbiamo deciso di utilizzare due medici della cardiologia per l’Utic che resterà quindi aperto. Con una dettagliata relazione l’Asp ha chiesto alla regione il reinserimento dell’Utic tra i servizi attivi nell’ospedale Barone Lombardo di Canicattì.

 

 

Salvatore Castellano

Presidente Comitato Pro ospedale Canicattì

 

 

Lo scopo è quello di evitare che l’ospedale potesse perdere altri servizi importanti e chiedere di tornare sulla decisione che riguarda la chiusura dell’utic al Barone Lombardo

 

Lascia un Commento

Articoli recenti