Casteltermini – Libertas: non dura più di un tempo

razuan cozma libertas racalmutoCASTELTERMINI, ore 12:54 – Dura soltanto 55 minuti il derby tra Casteltermini e Libertas quando gli ospiti erano in vantaggio di una rete sui locali. Sul green del “Filippo Lombardo” a decidere è l’arbitro che ha sospeso la gara che doveva essere valida per i sedicesimi di finale di Coppa Italia di Promozione. In sostanza è accaduto questo: dopo 10 minuti dal fischio della ripresa del gioco, mister Micchichè, che aveva operato già due cambi, decide di far uscire il giovane Sanfilippo (juniores) e si scalda Agozzino (che non è certo juniores). Sostituzione pronta e arbitro richiamato dagli assistenti, quando il mister si accorge che in questo modo sarebbe venuto meno l’obbligo della presenza in campo di tre juniores, quindi decide di far preparare un ragazzino al posto di Agozzino. Ma per il direttore di gara la sostituzione è stata concretizzata. Quindi, dopo le proteste vibranti dell’allenatore Miccichè e di quelle dei giocatori del Casteltermini, l’arbitro ha mandato tutti negli spogliatoi perché a suo modo di vedere non c’erano le condizioni per proseguire. I locali erano sotto di un goal: realizzato al 36’ dal più pericoloso degli avversari, cioè Gabriele Russo. Il Casteltermini attende il referto per opporsi ad una decisione ritenuta ingiusta.

IL TABELLINO

Casteltermini 0

Libertas 1

sospesa al 10’ st

Casteltermini: Amella, Stagnitto, Florio, Ferrara (3’ st Spinello), Galione, Tilaro, Miccichè, Sanfilippo, Savarino, Giardina, De Marco (44’ pt Contino). Allenatore Mauro Miccichè.

Libertas Racalmuto: Priolo, Rapisarda, Argento, Gibilaro, Nicastro, Piazza, G. Priolo, Di Salvo, Cutaia, Cozma, Russo. Allenatore Alessio Sferrazza.

Arbitro: Claudio Scarantino di Caltanissetta. Assistenti: Saieva e Bennici di Agrigento.

Rete: 36’ pt Russo.

Note: Partita sospesa dall’arbitro per presunti disordini all’interno del rettangolo di gioco.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti