Catanzaro chiude la discarica: emergenza rifiuti nell’Ato Ag3

Canicattì, ore 17:21 Niente raccolta dei rifiuti oggi nei 7 Comuni dell’Ato Ag3 di Licata gestito dalla Dedalo ambiente. Stamattina la spazzatura è rimasta nei cassonetti a Licata, Campobello di Licata, Ravanusa, Camastra, Naro, Palma di Montechiaro e Canicattì. Il gestore della discarica di Siculiana, la ditta Catanzaro ha deciso di chiudere i cancelli agli auto compattatori della Dedalo perché la società non ha pagato le spettanze del mese di settembre. Circa 500 mila euro. Stamattina il Sindaco Graci e l’assessore Scrimali, con una  nota indirizzata al Commissario Liquidatore della Dedalo Ambiente, preso atto del fatto chela Ditta Catanzaroconcessionaria della discarica di Siciliana, ha sospeso il servizio di smaltimento dei rifiuti per il mancato pagamento dei debiti pregressi, in considerazione del fatto che il Comune di Licata ha anticipato alla Dedalo le somme necessarie alle quote spettanti sino al 31 dicembre 2011, hanno sollecitato il pagamento urgentemente della quota chela Dedalodeve per il mese di settembre. Ciò al fine di scongiurare la mancata raccolta dei rifiuti nonostante il Comune abbia adempiuto a quanto dovuto. Quindi il Comune di Licata è in regola con i versamenti perché ha versato alla Dedalo la quota spettante, lo è  anche il Comune di Palma di Montechiaro che ha versato la quota direttamente alla ditta Catanzaro. Questi due  centri domani potranno conferire la spazzatura in discarica a Siculiana. A meno che gli altri non versino le quote spettanti o alla Dedalo o direttamente alla ditta Catanzaro. Ma i Comuni sono al verde e difficilmente riusciranno a trovare i soldi da versare per la discarica. Intanto, domani i sindaci – soci dell’Ato Ag3, torneranno a riunirsi, in seduta urgente, per portare a termine i lavori avviati ieri mattina e non completati per l’assenza di alcuni sindaci. Nel corso dell’incontro si parlerà della pulizia straordinaria da effettuare in tutti i comuni dell’Ambito e della sospensione del servizio raccolta e smaltimento dei rifiuti. “Ieri mattina, pur avendo cominciato ad affrontare la trattazione degli argomenti all’ordine del giorno – sottolinea l’assessore Scrimali promotore assieme al sindaco Graci dell’incontro  – non è stata presa nessuna decisione definitiva per la mancanza di alcuni sindaci che sono i legali rappresentanti dei Comuni dell’Ambito. Da ciò la necessità di tornare a riunirsi e deliberare”.

Lascia un Commento

Articoli recenti