Archivi per la categoria ‘Cronaca’

Campobello, Giovanni Picone torna in carcere

PICONE EMANUELE 29.09.1973 VENTIMIGLIACAMPOBELLO DI LICATA – I carabinieri, in esecuzione dell’Ordinanza emessa dall’Ufficio Esecuzioni penali del Tribunale di Agrigento, traevano Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Possesso di droga: in carcere Federico Burgio

RAVANUSA- I carabinieri della locale stazione, nel corso di un servizio volto a contrastare il fenomeno del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti hanno arrestato Federico Burgio, 25 anni, Leggi il resto di questo articolo »

Furto di corrente elettrica: arrestati due coniugi a Naro

NARO – I Carabinieri della Stazione di Naro, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato, Concetta Gallo, 50 anni casalinga e Gaspare Alaimo, 55 anni, Leggi il resto di questo articolo »

Racalmuto, Scarcerati Gagliardo, Salvo e Modica

RACALMUTO- Subito scarcerati le tre persone arrestate ai domiciliari, per aver tentato di rubare ferro dalla miniera dismessa di contrada Gibellina a Racalmuto.  Si tratta di Paolo Gagliardo, 26 Leggi il resto di questo articolo »

Detenzione di arma da guerra: arrestato Angelo Castronovo

angelo castronovo arrestato palma di montechiaroPALMA DI MONTECHIARO – Deteneva illegalmente un’arma da fuoco, da guerra ed era in possesso di un camion – Iveco modello Eurocargo – risultato di Leggi il resto di questo articolo »

Racalmuto, Furto di ferro: tre arresti

RACALMUTO –  Tre uomini sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Canicattì perchè sorpresi a rubare materiale ferroso da un capannone del villaggio minerario  dismesso di contrada Gibellina Leggi il resto di questo articolo »

Hanno demolito la mia unica casa: peccato che sono italiano

AGRIGENTO – Con la demolizione di un immobile in contrada Cavaleri – Magazzeni nella zona di Poggio Muscello a San Leone – Agrigento, area sottoposta a divieto di inedificabilità assoluta si sono Leggi il resto di questo articolo »

Confermata condanna nei confronti di Pino Canta

CANICATTI’ – La Terza Sezione della Corte di Appello di Palermo ha confermato la sentenza di condanna a due anni di reclusione emessa Leggi il resto di questo articolo »

Palma di Montechiaro, Lo Manto arrestato per spaccio

LO MANTO FrancescoPALMA DI MONTECHIARO – Sono stati i poliziotti in servizio su una delle auto civetta che normalmente pattugliano le vie di Palma di Montechiaro a notare Leggi il resto di questo articolo »

Canicattì, Rapinato distributore carburanti

CANICATTI’ – Tre banditi hanno assaltato il distributore di carburante “Db” in via Giudice Saetta, appena al confine cittadino. I 3, Leggi il resto di questo articolo »

RAVANUSA Che figuraccia! Sindaco snobba tifosi e squadra, negata festa-salvezza

RAVANUSA /  SPORT   –   Che   figuraccia!  Sindaco   snobba  tifosi e squadra, negata  la festa-salvezza.  La  Società:   “Stendiamo un velo  pietoso”

  • (scritto da:  Silvio  D’Auria –  foto:  Girolamo  La Marca)

Tribuna vietata Ravanusa (1)– Ieri pomeriggio al “Saraceno” incontro a porte chiuse terminato con una netta vittoria contro il Comiso e nessuna “festa-salvezza” per tifosi e Società (Asd Ravanusa Calcio). Vietato l’accesso in tribuna per i lavori del nuovo Campo da Tennis iniziati giovedì scorso con l’abbattimento di una parte del muro perimetrale dell’impianto sportivo di via Olimpica. Eppure sarebbe bastato poco per non escludere la presenza del pubblico: imporre la “messa in sicurezza” del cantiere e rendere inaccessibile, anche agli eventuali sprovveduti, l’area interessata ai lavori o, meglio ancora, posticipare di pochi giorni l’inizio degli interventi di ampliamento per consentire agli spettatori il regolare accesso alla tribuna centrale per l’ultima di Campionato di Promozione dove la squadra continuerà a militare anche nel prossimo anno. Direte: atti di “ordinarissima” amministrazione. Eh… già!  Tranquilli, per il Sindaco pensare a soluzioni simili è l’ultima delle difficoltà. All’origine dell’inaspettata decisione c’è sicuramente dell’altro.

L’aggravante non è la circostanza che ruota attorno al divieto d’accesso per l’ultima di Campionato in quanto gara di chiusura come fosse una della tante, incontro terminato poi 4 a 2 contro i ragusani, bensì l’avere imposto l’assenza di pubblico spegnendo l’entusiasmo di Società e tifosi  che di fatto ha impedito l’annunciata “festa-salvezza” di ringraziamento dei sostenitori ai giovani atleti biancorossi tra applausi, cori e bandiere dall’alto dei gradoni sugli spalti del “Saraceno” essendosi la squadra garantita anzitempo punti-salvezza sufficienti suggellando ufficialmente, contro gli ospiti  di ieri, la permanenza in Promozione. L’ Asd Ravanusa Calcio, infatti, aveva anticipato e diffuso inviti a tutta la Città, per l’occasione l’aspettativa sarebbe stata uno “Stadio coloratissimo e gremito di tifosi di fede biancorossa”. Insomma, una vera e propria festa… mancata.

Il  risultato fuori dal campo? Una pessima figuraccia con tifoseria e Città dove nessuno è così ingenuo da credere alla casualità dell’Ordinanza che ha sospeso la fruizione della tribuna, per scongiurare situazioni di pericolo per la pubblica incolumità, a poche ore (!!) dalla gara tuttavia prevista nel calendario di Promozione della Lega Nazionale Dilettanti Ed ecco, appunto, servita la decisione che ha gelato l’atteso festeggiamento:  “Ordinanza (del Sindaco) di interdizione immediata di accesso all’area della tribuna” lungo via Olimpica deliberata e notificata venerdì, per mezzo del Comando di P. M., a Custodi, Forze dell’Ordine, Prefetto, Lega e Società, ovvero 24 ore prima dell’incontro (… con l’aggravante di cui sopra!)

Sono così inaspriti i rapporti tra Amministrazione e Società da non tenere conto dell’ultimo impegno di ritorno contro i ragusani e soprattutto da snobbare (negando!) un pomeriggio di festa per l’atteso ringraziamento alla squadra di tutti i sostenitori? L’ultimo atto sembra essere rappresentato dall’acceso battibecco tra l’Allenatore, Angelo Loggia, e il padre del primo cittadino in ordine ai tempi d’inizio per l’ esecuzione dei lavori e quindi dalla quasi immediata notifica dell’Ordinanza del figlio,  a capo della Giunta, che di fato ha impedito i festeggiamenti. A fine gara, terminata dopo una brillante prestazione dei padroni di casa, la Società risentita pubblica un comunicato dove testualmente si legge: “E’ un vero peccato non aver potuto festeggiare assieme alla Città, un finale di Campionato giocato ad altissimi livelli. Sarebbe stata la festa dei ragazzini (Scuola Calcio Asd Ravanusa) che inseguono i propri idoli, delle famiglie che ogni domenica si stringono attorno alla squadra, dei tanti giovani che hanno seguito le battaglie di ogni incontro al Saraceno e in trasferta, degli ultras che hanno gridato a squarcia gola dall’inizio alla fine delle gare. Una festa negata da un capriccio sul quale non resta che stendere un velo pietoso”.

Oggi “Stemma” cittadino e dicitura “Comune di Ravanusa”, impressi nelle maglie dei giocatori lungo tutto il Campionato, più che testimoniare il patrocinio dell’Ente, come slogan del binomio che legherebbe (?) Istituzioni politiche e Sport, sembrano rappresentare invero l’emblema di una vera e propria beffa che si sarebbe potuta senz’altro evitare…

(Sil.Dau)

Campobello, Mafia: Revocata libertà vigilata ad Ignazio Accascio

Ignazio AccascioCAMPOBELLO DI LICATA – Ignazio Accascio, 74 anni, arrestato nell’ambito dell’operazione “Ghost 2 – Saraceno”, ritenuto il capomafia di Campobello di Leggi il resto di questo articolo »

AGRIGENTO – L’8 marzo cerimonia di apertura Festival del Folklore 2016

AGRIGENTO (Sil.Dau). Sagra del Mandorlo in Fiore edizione 2016.

L’8 marzo cerimonia ufficiale di apertura del Festival Internazionale del Folklore. Accensione del tripode sotto il Tempio della Concordia: Leggi il resto di questo articolo »

RAVANUSA. Daniela Giordano: “Le mie iniziative per dare impulso positivo ma il giudizio lo rimetto agli altri, continuerò per il bene della Città. In bocca a lupo a Giuliana”

Comunicato    dell’Assessore    uscente    Daniela Giordano 

CatturaDANIELA GIORDANO

RAVANUSA  (Sil.Dau)  –  “Si conclude la mia esperienza di Assessore Comunale, la cui delega mi era stata affidata dal Sindaco, Carmelo D’Angelo,  dopo le ultime consultazioni elettorali. Leggi il resto di questo articolo »

Omicidio Paolo Vivacqua: ergastolo agli assassini e 23 anni ai mandanti

RAVANUSA – Sei ore di camera di consiglio dopo 14 mesi di dibattimento e 4 minuti bastano al presidente della Corte d’Assise di Monza Giuseppe Airò per pronunciare la sentenza sull’uccisione di Leggi il resto di questo articolo »

Mafia: Confiscati beni per tre milioni di euro a Giancarlo Buggea

buggeaCANICATTI’ – La Dia di Agrigento ha eseguito un  provvedimento di confisca di beni per un valore di oltre tre  milioni nei confronti di Giancarlo Buggea, Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Hacker informatico “colpisce” il server del Comune e cripta i file

RAVANUSA – L’hacker informatico ha colpito: sabotato il server del centro elaborazione dati del Comune di Ravanusa. Migliaia di file e documenti relativi alla gestione della pubblica amministrazione Leggi il resto di questo articolo »

Campobello di Licata, Incidente stradale: muore Luigi Lo Curto

CAMPOBELLO DI LICATA – Una nuova vittima della strada.  Circa un’ora fa sulla statale 123 che collega Campobello di Licata a Canicattì, nei pressi di contrada Giacchetto, ha perso la vita un 35enne di Campobello di Licata. Leggi il resto di questo articolo »

Girgenti Acque: Sospensione cautelativa nei serbatoi di Canicattì, Ravanusa e Campobello

RAVANUSA – A seguito di comunicazione del dirigente Asp dei comuni di Ravanusa e Campobello di Licata, con  la quale veniva informato il sindaco di Campobello di Licata che l’acqua Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Controlli sull’acqua: in attesa dell’esito sospesa l’erogazione

RAVANUSA – A causa dei problemi riscontrati nel Comune di Campobello di Licata, il gestore idrico, in via precauzionale, ha sospeso la fornitura di acqua nei Comuni di Agrigento, Canicatti e Leggi il resto di questo articolo »

Campobello di Licata, Vietato severamente l’utilizzo dell’acqua

CAMPOBELLO DI LICATA – A seguito della comunicazione dell’Asp di Agrigento giunta al  Comune di Campobello di Licata, in cui si rilevava la persistenza di batteri nell’acqua in entrata e in uscita Leggi il resto di questo articolo »

Rapina scoperta grazie al Dna: arrestato Angelo Sferrazza

CANICATTI’ – I militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto Angelo Sferrazza,  in esecuzione dell’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento in quanto, Leggi il resto di questo articolo »

Per Livatino richiesta la massima sobrietà: niente passerelle politiche

CANICATTI’ – Niente passerelle, invito alla sobrietà. Nel 25esimo anniversario dell’agguato di contrada Gasena, in cui perse la vita l’integerrimo giudice canicattinese Rosario Livatino, le associazioni che sono nate per celebrarne la memoria, cioè “Tecnopolis”, con il suo Leggi il resto di questo articolo »

Carovana antimafie in Sicilia. Lunedì a Canicattì e Licata

CANICATTI’ – Il viaggio della Carovana Internazionale Antimafie promossa da Arci, Libera, Avviso Pubblico, Cgil, Cisl e Uil, toccherà domani la provincia di Agrigento. Due i Comuni in cui “sosterà” la carovana: Canicattì e Licata. “Le periferie al centro” è il tema prescelto per il viaggio di quest’anno: la Carovana ha scelto di entrare nelle Leggi il resto di questo articolo »

Tolleranza zero di Girgenti acque sugli abusivi e sui morosi

CANICATTI’-  Gli operatori di Girgenti Acqua S.p.A. hanno iniziato anche le attività di chiusura dello scarico fognario degli immobili nei casi di accertata morosità reiterata dell’utente.  Leggi il resto di questo articolo »

Querelle sulla casa in cui visse Rosario Livatino

CANICATTI’- L’assessorato regionale ai Beni Culturali ha decretato il vincolo storico-culturale dell’immobile in cui visse a Canicattì il giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990. La Leggi il resto di questo articolo »

Articoli recenti