Chiusura imminente del Tribunale: i politici “attenzionano” il problema. Lo sconcerto su facebook

Canicattì, ore 20:05 Il Tribunale di Canicattì rischia la chiusura. Risulta, Infatti, imminente la revisione circoscrizionale degli uffici giudiziari, all’esito della quale si avrà, quasi certamente, la chiusura di questo importante, storico presidio di legalità e giustizia. La revisione delle Circoscrizioni giudiziarie, seppur necessaria, non può essere attuata senza garantire – almeno nelle zone in cui più alta è la presenza della criminalità organizzata – la permanenza di un reticolo giudiziario teso a garantire una giustizia di prossimità. L’attuale Governo ha, invece, unilateralmente intrapreso un percorso di elaborazione normativa sulla Giustizia, omettendo il necessario confronto tanto con la Magistratura, quanto con l’Avvocatura e le rappresentanze dei lavoratori che operano nel delicato settore della Giustizia e ciò nella prospettiva di provvedere alla rapida chiusura di numerosissime sedi giudiziarie. Il Tribunale di Canicattì – in virtù dei contenuti della Legge delega governativa – rischia seriamente la chiusura. La Cittadinanza, l’amministrazione comunale ed il sindaco – forse nella consapevolezza di non poter risolvere il problema – rimangono inerti ed attendono “ulteriori sviluppi”. Interrogati sul punto, alcuni amministratori dispensano a grandi dosi, in ogni possibile coniugazione, il “verbo” ATTENZIONARE che risulta scorretto, inidoneo ed utilizzato dai peggiori politici dell’ultimo ventennio all’interno della Comunità. Inutile sottolineare che non si è mai “attenzionato” un bel niente !

Lettera firmata su facebook

Lascia un Commento

Articoli recenti