Delia, Pranzo di fraternità dell’Azione cattolica

Delia, ore 20:00 La comunità deliana ha vissuto un momento di grande umanità e fraternità con il consueto appuntamento con “Aggiungi un posto a tavola”, il pranzo di fraternità organizzato dall’Azione Cattolica ma che ogni anno coinvolge nella preparazione l’intera cittadina deliana che, come sempre, si dimostra generosa. Quest’anno è stato sfondato il muro delle 150 presenze tra rumeni, marocchini, tunisini, venezuelani, indigenti deliani, volontari delle due parrocchie, ospiti del centro “Nuova luce” e dell’Istituto S. Antonio. Il presidente dell’Azione Cattolica della Chiesa Madre Marcello Occhipinti ha detto: «Quella di oggi è una festa per tutta la comunità, perché tutto quello che oggi offriamo ai nostri ospiti è stato offerto dai deliani. La fratellanza e la carità costituiscono la base dell’essere cristiano e la cittadinanza deliana conosce benissimo questi due valori e la festa di oggi altro non è che la testimonianza».  Ovviamente era presente anche don Carmelo Carvello che ha messo in risalto come quest’anno si sia registrata una presenza maggiore tanto da rendere necessario l’utilizzo anche delle navate laterali. «Quello di oggi – ha detto – è un altro piccolo passo avanti nel cammino di integrazione e comunione. Questa gente si è già integrata ma non basta. Entriamo in comunione, dialoghiamo, confrontiamoci, cantiamo e mangiamo insieme. Condividiamo il cibo, ma anche i nostri problemi».

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti