Ecco i 10 deputati agrigentini eletti a Montecitorio e Palazzo Madama

Agrigento, ore 22.43 Otto agrigentini hanno già “staccato” il biglietto per Roma. Altri due hanno sono sulla strada per la Capitale. L’esito elettorale delle Politiche ha fatto registrare questo dato. Gli agrigentini che sono approdati a Montecitorio sono: Angelino Alfano e Riccardo Gallo Afflitto del Pdl; Angelo Capodicasa, Antonino Moscatt e Giuseppe Lauricella del Pd (quest’ultimo eletto nella circoscrizione Sicilia 2); Gea Schirò Planeta (Scelta civica con Monti). Se Alfano, come pare, opterà per un altro collegio, sarà eletto Nino Bosco, quindi nel Pdl un altro deputato agrigentino, e se Bersani dovesse optare per un altro collegio sarebbe eletta Maria Iacono nel Pd. Bosco e Iacono, hanno, però praticamente messo un piede in Parlamento. Solo due invece i senatori che rappresenteranno la provincia di Agrigento a Palazzo Madama, entrambi nelle fila del Pdl. Si tratta di Giuseppe Marinello e Giuseppe Ruvolo, il primo di Sciacca, il secondo (ex Pid) di Ribera. Riconfermati quindi 4 deputati su 10: (Capodicaa, Alfano, Ruvolo e Marinello che dalla Camera passa al Senato).

[nggallery id=199]

Moscatt e Bosco

Dopo 21 anni la città di Favara torna ad avere un rappresentante al Parlamento nazionale. Nel 1992 fu Angelo La Russa ad essere letto nelle fila della Dc, mentre adesso il seggio alla Camera è appannaggio del giovane Tonino Moscatt (Pd), ex segretario regionale della Sinistra Giovanile. “La mia elezione – dice – è frutto di una bella battaglia iniziata con le primarie di dicembre che mi hanno visto concorrere alla pari anche con soggetti di provata esperienza. Messe alle spalle le elezioni occorre adesso rimboccarsi le maniche ricostruendo un tessuto sociale messo a dura prova”.  Nino Bosco, coordinatore provinciale del Pdl, dice: “Le emozioni nello spoglio di questa tornata elettorale non sono mancate ma alla fine il dato che emerge è il recupero del partito che ci dà nuovi stimoli per intraprendere le prossime battaglie per il rinnovo di diverse amministrazioni comunali e della stessa Provincia”. Bosco si congratula con il successo di Moscatt.

Di Caro ancora primo dei non eletti

Primo dei non eletti in provincia alle elezioni regionali dell’ottobre scorso, Giovanni Di Caro anche questa volta resta fuori per poco. “Il dato ufficiale – dice – è che il Movimento 5 Stelle a Favara è stato il partito di gran lunga più votato, così come in Sicilia”.

Gallo ringrazia Alfano

Riccardo Gallo esprime soddisfazione per l’elezione al Parlamento che si insedierà giorno 15 marzo. “Il segretario del Pdl Alfano – dice Gallo – che ringrazio ha riconosciuto al gruppo del Patto per il territorio un ruolo politico di primissimo piano, adesso ad Agrigento e Provincia siamo il secondo partito dietro solo all’exploit dei Grillini, questo la dice lunga sulla classe dirigente che si è formata all’interno del Pdl e il ricambio generazionale che si è creato nello scegliere i candidati nella formazione delle liste”.

L’Udc banca a Menfi

“Grazie di cuore a quanti hanno sostenuto la mia candidatura Udc e quanti continueranno a incentivare il mio impegno in prima linea”. Così Michele Botta commenta il positivo dato registrato a Menfi per l’Udc rispetto alle medie nazionale e regionale. “Nel complessivo risultato generale, sono lieto per il dato dell’ 8,20% raggiunto a Menfi, risultato più alto in tutta la provincia”. Ad Agrigento, infatti, si è ottenuto il 2,5%, a Porto Empedocle il 7,4%, a Favara l’1,8% e a Sciacca l’1,2%.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti