Elezioni comunali: il parere di chi non ce l’ha fatta

Canicattì, ore 8:30 All’indomani dei risultati dello spoglio elettorale c’è una certa amarezza e delusione tra i candidati a sindaco che non ce l’hanno fatta. Ciò che più ha colpito è stata l’anomalia per la quale i cittadini non hanno fatto altro che lamentarsi dell’amministrazione uscente e, ciò nonstante, le hanno riattribuito una cospicua fiducia. Molti canicattinesi hanno usato il voto disgiunto. Per il candidato a sindaco Bartoccelli, l’unica certezza è che a Canicattì hanno perso tutti, l’unico vincitore è Vincenzo Corbo. Tutti gli altri sono stati sconfitti. Bartoccelli Ritiene che la gente non abbia capito e rifiutato il cambiamento che preannunciato. Giuseppe Cammalleri, per conto suo, ritiene che abbia vinto la politica fatta di favoritismi, ribadendo che al ballottaggio non si alleerà con nessuno.

Secondo Daniela Marchese Ragona, invece, le amministrative hanno segnato la fine dei partiti.

Soddisfatto dei risultati ottenuti è l’ex candidato sindaco Alberto Tedesco, il quele ritiene che a Canicattì qualcosa stia cambiando in favore del centrosinistra che sta crescendo sempre più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *