I capi scout della Sicilia si ritrovano a Canicattì. Convegno sulla multiculturalità

giornata del pensiero scout3Canicattì, 31 gennaio 2015 ore 13:35 – Ad un anno dal Convegno Capi dell’AGESCI Sicilia, dove sono state individuate le linee di indirizzo per il nuovo progetto educativo regionale, i capi scout siciliani si ritrovano a Canicattì il 31 gennaio ed 1 febbraio (Presso il Cine Teatro Odeon) per confrontarsi su uno degli obiettivi: essere nel nostro territorio una chiesa profetica che si sappia relazionare con le diverse realtà religiose e culturali. “La nostra Associazione – dichiarano gli organizzatori – sempre profetica rispetto ad alcune tematiche sociali, impegna i capi in un’azione educativa intesa a coltivare il rispetto del diverso, chiunque esso sia, e l’accoglienza, quali grandi valori umani e cristiani”. Con questo spirito, sabato e domenica prossimi, si svolgerà il Cantiere Metodologico 2015 per confrontarsi su alcuni elementi del metodo che caratterizzano la proposta AGESCI e che in alcuni casi possono presentarsi come “limite” all’incontro di fedi e religioni diverse all’interno dello stesso ambiente culturale. Attesi circa 700 capi da tutta la regione. Per sviluppare la tematica interverranno al convegno di sabato 31 gennaio (ore 17,30): Padre Jawad Alamat parroco di Sousse (Tunisia), esperto in dialogo interreligioso, responsabile delle scuole cattoliche in Tunisia e direttore delle pontificie opere missionarie della Tunisia. Eduardo Missoni, professore presso l’università Bocconi di Milano, specialista in medicina tropicale e subtropicale, è stato segretario generale dell’Organizzazione Mondiale del Movimento Scout dal 1 aprile al 30 novembre 2007. Leonardo Palombi, medico, ordinario di epidemiologia presso l’università Tor Vergata in Roma, rappresentante della comunità di Sant’Egidio, coordinatore scientifico del programma DREAM (Drug Resources Enhancement against AIDS and Malnutrition) in Africa. Condurrà la tavola rotonda Noemi Ruzzi, incaricata al Settore Internazionale AGESCI e per la Federazione Italia dello Scautismo (2008-2015). La domenica mattina i lavori proseguiranno col confronto metodologico, per discutere nei laboratori come alcuni elementi della proposta educativa in AGESCI possono essere opportunità e/o limite per l’integrazione degli stranieri nei gruppi scout. La Santa Messa delle ore 11,30 sarà presieduta da mons. Francesco Montenegro.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti