Iacolino: a Pio La Torre si deve l’intuizione vincente dell’aggressione dello Stato al patrimonio delle mafie

Agrigento, ore 17.20 “L’intuizione di Pio la Torre resta la pietra angolare delle scelte legislative poi nel tempo sviluppatesi sulla scia del provvedimento legislativo Rognoni – La Torre che diede la definizione giuridica dell’associazione a delinquere di stampo mafioso e quella relativa al sequestro e alla confisca con la conseguente aggressione al patrimonio delle mafie.L’averlo voluto ricordare dentro il Parlamento siciliano – a distanza di trent’ anni da quando fu barbaramente ucciso dalla criminalità organizzata insieme al suo collaboratore Rosario Di Salvo – rappresenta un segnale inequivocabile del forte risveglio delle coscienze del popolo siciliano che vuole essere al fianco di chi – magistrati ed organi inquirenti – severamente e generosamente è impegnato nel contrasto alle mafie, al riciclaggio ed alla corruzione. Lo ha detto l’on. Salvatore Iacolino, Relatore Unico  per il Parlamento Europeo nella Commissione Speciale su criminalità organizzata, riciclaccio e corruzione, presente alla cerimonia di commemorazione di Pio La Torre svoltasi oggi presso l’Assemblea regionale siciliana.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti