Il blackjack secondo Shaquille O’Neal: nasce lo Shaq Jack

Prendete un omone di 216 centimetri per 147 chilogrammi di peso: cosa mai potrebbe fare nella vita? La risposta è semplice, diventare uno dei più acclamati e famosi giocatori di basket di tutti i tempi. Parliamo ovviamente di Shaquille O’Neal, la leggenda del basket a stelle e strisce, sesto miglior marcatore della storia dell’NBA. Per Iron Shaq ben quattro titoli della massima serie cestistica statunitense conquistati e l’orgoglio di veder ritirata la sua maglia n° 34 da parte della franchigia di Los Angeles, i Lakers, dopo il suo passaggio ai Miami Heat.

Shaquille-ONeal-2111

Questo è un po’ un sunto dei principali traguardi sportivi di Shaq, che sicuramente nella sua carriera cestistica è stato fortemente aiutato dalla sua prestanza fisica ma ha anche dimostrato di essere anche capace di lavorare sui proprio limiti, come ad esempio la sua innegabile difficoltà nei tiri liberi. Personaggio eclettico, Shaquille O’Neil si è anche dedicato alla musica, nello specifico al rap ed è anche più volte comparso sul grande schermo in qualità di attore, oltre ad essere un apprezzato opinionista sportivo.

Cos’altro poteva fare un personaggio del genere per accrescere il suo già sconfinato curriculum? Inventare un gioco tutto suo, una variante del tradizionale blackjack, che prende il nome proprio da lui: infatti insieme a una società di gaming l’ex cestista americano ha messo a punto lo Shaq Jack.

Rispetto alle regole del blackjack tradizionale, la variante “Shaq” presenta subito delle simpatiche variazioni sul tema: tanto per dirne una, i dealer estraggono le carte da una scarpa e poi le distribuiscono ai giocatori, come a ricordare le grandi scarpe del campione americano. Il dealer si serve poi tre mani diverse e i giocatori hanno la possibilità di scegliere contro quale mano giocare e in caso di vittoria, parte un simpatico cartone animato con protagonista proprio Shaquille O’Neal che si complimenta con il vincitore.

Schermata_2015_10_02_alle_11_16_56

Per sviluppare il progetto ci sono voluti all’incirca quattro anni, nei quali sono stati messi a punto tutti i dettagli del gioco, pensato per rendere l’esperienza di gioco dei neofiti del blackjack meno seriosa e per permettergli di unire il brivido del tavolo verde con qualche ora di spensieratezza e divertimento.

Lascia un Commento

Articoli recenti