Il Ravanusa non sa vincere: 4 “polpette” dalla Nissa

 

RAVANUSA – La Nissa si prende la rivincita sul Ravanusa, che in Coppa Italia aveva superato il turno dopo una serie interminabile di calci di rigori. In campionato però è diverso: i nisseni, ottima squadra messa bene in campo da mister Angelo Cartone, non fa respirare i biancorossi di mister Angelo Loggia e li costringe spesso all’angolo. Un poker di reti, alla fine dei 90 minuti, che segnano la debacle della formazione ravanusano, che in tre giornate ha subito 10 reti: la prima in casa contro l’Atletico Gela (match terminato con un pareggio), le 5 reti di domenica scorsa a Ragusa e le 4 “polpette” rimediate ieri al Saraceno contro una signora squadra nissena. Nulla da recriminare per mister Loggia, ma il Ravanusa è in crisi. Eppure l’organico c’è. Manca ancora all’appello Giuseppe Loggia che deve scontare una  giornata di squalifica e poi tutto sarà di  nuovo a posto. Mister Loggia schiera un 4 – 4- 3 con Falsone, Di Salvo e Giarrana in avanti. Ed è la coppia avanzata ad aprire le danze, con Di Salvo che sciupa malamente. Al 12’ si vedono i nisseni, che fraseggiano molto a centro in attesa di trovare il varco giusto per i fluidificanti. Ospiti pericolosi con Bognanni, bloccato dalla difesa biancorossa. I nisseni passano in vantaggio al ’18 con Calvaruso, che si accorge di una disattenzione di Strano e lo supera. La reazione della formazione di casa arriva subito, senza però, colpo ferire. Leandro Cimino serve in diagonale Tanio Falsone che si gira e scaglia il suo destro potente e preciso, con Ammendola che si salva in corner. Proprio nel momento migliore del Ravanusa, la Nissa centra il raddoppio. Siamo al 32’: punizione dal limite calciata da Di Franco che batte di potenza, supera la barriera ed insacca all’incrocio. Nel finale i ravanusano cercano di limitare i danni. Al 40’ ancora Falsone cerca di sorprendere il portiere ma la sua conclusione finisce fuori. Il secondo tempo inizia con le sostituzioni di Giarrana e Falsone, rilevati da Alessandro Avarello e Lo Curto, ed al 15’ mister Loggia affida la difesa a Ninotta facendo uscire Longo. Per limitare i danni. E dopo la sostituzione di Longo, la Nissa fa tris: Genova non perdona e Strano resta a terra, battuto. Piove sul bagnato per i ravanusani: al 25’ si fa male Sireci, costretto ad uscire e la squadra si ritrova in 10 perché Loggia ha effettuato tutte e tre le sostituzioni a sua disposizione. Nel finale il Ravanusa si ritrova in 9 per l’espulsione di Vangelista che rimedia il secondo giallo. Nel finale anche Dhordul che aveva rilevato Genova scrive il suo nome sul taccuino dei marcatori.

IL TABELLINO

Ravanusa 0

Sp. Nissa 4

Ravanusa: Strano, Vangelista, Longo (14’ st Ninotta), Di Liberto, Sireci, Guarnotta, Cimino, Agozzino, Falsone (9’ st Lo Curto), Di Salvo, Giarrana (5’ st A. Avarello). Allenatore Angelo Loggia. A disposizione: Giardina, F. Avarello, A. D’Angelo, D. Argento.

Sport club Nissa: Ammendola, Calvaruso, Vaccarella, (1’ st La Rosa), Di Maria, R. La Marca, Galati, Bognanni, Bevilacqua, Genova (30’ st Dhordul) Di Franco (35’ st S. La Marca),Ferraro. Allenatore: Angelo Cartone. A disposizione: D’Anna, Mauriello, Privitera, La Mantia, La S. Marca).

Arbitro: Orazio Attardi di Ragusa. Assistenti: Ognibene e Balletti della sezione Aia di Agrigento

Reti: 18’ pt Calvaruso, 32’ pt Di Maria, 15’ st Genova, 44’ st Dhordul.

Note: ammoniti: Genova (Nissa), espulso Vangelista (Ravanusa) per somma di ammonizioni.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti