LA CORRISPONDENZA TRA L’AVVOCATO ED IL PROPRIO CLIENTE E’ COPERTA DA SEGRETO PROFESSIONALE ED E’ SOTTRATTA ALL’ACCESSO

Canicattì, ore 20:13 La signora I.S.  aveva richiesto al Comune di Canicattì il rilascio di copia di alcuni documenti relativi a controversie ancora in atto, intercorrenti tra la stessa ed il citato Comune. In particolare, la sig.ra aveva richiesto copia della corrispondenza  intercorsa tra il Comune ed il proprio legale, Avv. Girolamo Rubino (che all’epoca rappresentava in giudizio il Comune di Canicattì), riguardante la strategia difensiva e la condotta processuale da assumere. Trattandosi di materia coperta dal segreto professionale, il Comune di Canicattì rigettava la richiesta. Conseguentemente la signora I.S.  proponeva un ricorso giurisdizionale innanzi al T.A.R. Sicilia Palermo contro il Comune di Canicattì e nei confronti dell’Avv. Girolamo Rubino. Il TAR adito, condividendo le tesi dell’avv. Girolamo Rubino e del Comune di Canicattì, ha rigettato il ricorso proposto, ritenendo la corrispondenza tra l’avvocato ed il proprio cliente  coperta da segreto professionale e, dunque, sottratta al diritto di accesso.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti