La Fortitudo affronta Jesi senza Rocca

mason roccaAgrigento, 3 gennaio 2015 ore 7:35 – Riprende domani il campionato di sera A2 Gold. Alle 18 il Palamoncada apre le porte al primo match del 2015: Fortitudo Agrigento contro Jesi, la sfida che chiude il girone di andata. La Fortitudo viene da un periodo poco felice, perché dopo aver battuto grandi avversari, come il Torino, dimostrando grandi potenzialità, nelle ultime partite ha avuto qualche difficoltà. “La Fortitudo ha sotto il profilo sia morale che tecnico le caratteristiche per reagire a questo momento – dichiara il coach Franco Ciani – riprenderemo a giocare con la sicurezza di sempre e domenica mi aspetto una partita di grande tensione, perché sappiamo che quello con la vittoria è un appuntamento irrinunciabile. Jesi viene da quattro vittorie ma noi siamo in casa nostra, dove a livello di qualità di gioco abbiamo sempre espresso molto e credo che questo ci aiuterà per arrivare al successo”. Un grande assente per Jesi potrebbe essere Mason Rocca, un giocatore di esperienza e grande qualità, ma la Fortitudo si sta allenando da giorni come se fossero tutti presenti, per non lasciare nulla al caso. Come spiega il coach Franco Ciani: “ Jesi è una squadra dove non mancano giocatori di qualità, per gli italiani senza dubbio Maggioli, giocatore che ha fatto anni di A1, la nazionale, di 2 metri e 12 e poi Miller, dall’inizio dell’anno fra i primi tre marcatori del campionato. E’ una squadra che dopo un inizio molto balbettante, dovuto ad una serie di infortuni, ha ritrovato una certa quadratur, pertanto non sarà un avversario facile. Domenica per noi sarà davvero importante tornare a vincere in casa. Al di là di Jesi dobbiamo pensare a esprimere per 40 minuti quello che siamo capaci di fare, perché aver battuto Torino e tutto quello che abbiamo fatto in questo campionato ci dice che quando giochiamo secondo il nostro valore reale i risultati arrivano”. Domani sarà presente come sempre una delegazione di Amnesty International e una di Emergency, con un punto informazioni. Ad intrattenere il pubblico durante la partita, anche le cheerleader di Academy Centro Danza diretto da Giusy Liberto con le coreografie di Filippo Randisi.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti