La Polisportiva Palma in Promozione

festeggiamenti promozione pol palma (8)Palma di Montechiaro, ore 21:19 – Bastava un punto. Ed è arrivato. La Polisportiva Palma “festeggia” in trasferta, al Saraceno di Ravanusa il salto in Promozione con una giornata di anticipo. Ormai la matematica è dalla parte dei palmesi del presidente Lillo Amato, alla seconda promozione consecutiva. La gara contro il Ravanusa di mister Loggia è stata una partita vera. Inficiata, la prestazione dei granata, da un erroraccio di Piccirillo che ha messo dentro la sua porta una palla insidiosa. I palmesi vanno in vantaggio così. Ma prima del triplice fischio finale i padroni di casa rimediano e riportano a pari i conti con una punizione eseguita magistralmente da Nicolò Lo Curto. E non è finita qui: i tifosi palmesi presenti al Saraceno, hanno sofferto fino alla fine e si sono dovuti girare dall’altra parte quando Lo Curto, al 92’ con un tiro impeccabile, si è visto negare la gioia del goal grazie ad una prodezza del portiere Schembri. Ed è il portierone il vero eroe dell’ultima giornata e della promozione della Polisportiva. Un successo di tutti: dirigenza, allenatore (Massimo Amato ufficialmente) e giocatori. Alla fine la gioia è esplosa. Festa negli spogliatoi. Ma la vera festa sarà il 12 aprile quando nell’ultima giornata del campionato di Prima categoria, la neo promossa Polisportiva affronterà il Gangi. Il Ravanusa abbassa la testa. In attesa di capire se ci saranno i playoff.

I FESTEGGIAMENTI

IL TABELLINO

Ravanusa 1

Pol. Palma 1

Ravanusa: Loretta, Vangelista, Lo Coco, F. Avarello, Piccirillo, Sireci, Giardina, D’Angelo, Merlo, Lo Curto, Di Liberto. Allenatore Angelo Loggia. A disposizione: Brunetto, Bella, C. Avarello, Bonetta, Ilardo, Sanfilippo.

Polisportiva Palma: Schembri, Bonfatto, Vella, Mancuso, Ciscardi, Amato, F. Vella, Lo Sardo, Gallea, Genova, Avarello. Allenatore Massimo Amato. A disposizione: Sacco, Lauricella, Alotto, Marrella.

Arbitro: Davide Tumminelli di Enna.

Reti: 18’ st Piccirillo (autorete), 42’ st Lo Curto.

LE PAGELLE DEL PRESIDENTE LILLO AMATO

Schembri: anche l’ultima grande battaglia (in attesa del match con il Gangi) affrontata eroicamente dal portiere meno battuto della Prima Categoria…comincia già al sesto di gara la sua opera di UOMO CHE HA PIENA VISIONE DEL CAMPO con relativo costante richiamo alla CONCENTRAZIONE MASSIMA…Si supera alla mezzora sugli sviluppi di un velenossimo tiro diretto all’incrocio dei pali da parte di Giarrana e al minuto 94 salva il risultato con un VOLO alla sua destra che ha dell’inspiegabile…CHI L’HA DETTO CHE L’UOMO NON PUO’ VOLARE CON I SUOI SOLI ARTI INFERIORI??
Mancuso: partita da gladiatore doveva essere e così è stato…manca il punto di riferimento offensivo da parte degli ospiti, i quali sfruttano al meglio gli inserimenti senza palla dei centrocampisti soprattutto sulla fascia destra offensiva ravanusana…Il compito diventa ancor più arduo ma il muro è il muro ed è tremendamente difficile scardinarlo…FIBRA DI CARBONIO
Bonfatto: al pari di Mancuso stessa situazione gravante per il baluardo canicattinese, con la differenza che è proprio a dover presidiare la centro-destra attaccata…fondamentali i sincronismi con gli altri difensori per evitare pericoli….ESEMPLARE
Gallea: inizio di studio, poi la costante crescita fino a limitare l’asse Giarrana-Vangelista prima e Lo Curto-Vangelista dopo…non disdegna il ruolo da fluidificante e mette in mostra ottime chiusure difensive che denotano una grande crescita sul piano tattico…PONY EXPRESS
Vella Francesco: la sua ridezza, la sua forza, la sua spinta sulla fascia destra è sempre spettacolare, fatto questo culminato al minuto 46 quando, dopo una velocissima cavalcata, per pochissimo non mette in mezzo una palla tremendamente velenosa; le entrate han dimenticato già da un pezzo Oxford, ma è la generosità la sua dote umana migliore….BESTIA
Ciscardi: la sua prestazione conferma un campionato di grandissima costanza di rendimento ulteriormente potenziata dal big match vinto a Caltanissetta. Anche ieri prestazione maiuscola, dove al fioretto preferisce la sciabola, in un duello spettacolare con tutti i centrali di centrocampo ravanusani…Offre la sua esperienza al servizio della squadra nel thrilling-final alzando le braccia al cielo per un primo posto costruito insieme al gruppo con grande dignità, onestà e classe…FORMA E SOSTANZA
Vella Fabrizio: partita da lottatore in versione “sporchiamoci le gambine”, in un duello spettacolare incrociato con Capitan Avarello…un match nel match dove manifesta al massimo tutta la sua forza di volontà, tutto l’orgoglio da tirar fuori per giungere alla meta, nonostante tutte le avversità che una gara del genere può riservare sul piano squisitamente agonistico…GUERRIERO
Genova: il suo match è stato un continuo crescendo, determinato dal gestire e distribuire bene le forze fino al novantottesimo minuto… Primo tempo dove si corre e si combatte, ma è il secondo quello che determina la sua prestazione…è dalla sinistra che parte l’azione del gol palmese…sa gestire i tempi, mette in campo la classe di sempre e lo fa con grandissima correttezza e gestione mentale della gara…DANCING MIEDFIELDER…
Amato: ancora sacrificio, corsa, pericolosità, ricerca dello scambio …migliora mostruosamente, è l’uomo uscito fuori alla grande con risultati altrettanto mostruosi…sgomita tra le maglie avversarie, stretto tra la morsa di Lo Coco e Piccirillo…ma è tremendamente cocciuto al punto di metterli comunque in difficoltà fino all’ultimo secondo di gara…PROVVIDENZA
LO SARDO: gara difficile dove è continuo l’elastico fra le due fasi di gioco…il pressing e la rapidità dei biancorossi ha richiesto una gara di sacrificio al pari di tutta la squadra…APPLICATO
AVARELLO: non è facile tra Piccirillo e Sireci ma Ale non fa altro che andare a sostegno dei centrocampisti cercando di giocare la palla e non sprecarla, con efficacissima razionalità…l’anticipo di Piccirillo al minuto 63 gli nega, ma solo parzialmente vista la pesantezza dell’episodio, la gioia di un gol comunque arrivato…PREPONDERANTE
Marrella: secondo tempo nel quale afferma le sue armi migliori nella corsa, nel pressing…Entra determinante sul vantaggio con un preciso colpo di testa deviato in rete da Piccirillo..Una prestazione in linea con una stagione di altissimo livello agonistico e tecnico…FORMIDABLE
Lauricella: “Quaranta” entra come un mastino nel finale e per poco non mette dentro al 44 della ripresa la zampata trionfale dell’1-2…è l’uomo ideale nella gestione del possesso, l’uomo che tocca elegantemente qualsiasi pallone dando comunque peso specifico qualitativo alla giocata…PHAENOMENAL
Alotto: minuti finale per far respirare la squadra, mettere in campo tutta la forza che si ha dentro a sostegno della causa…SPLENDIDA RIPRESA

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti