L’Asp compra due Ecotomografi per il San Giovanni di Dio

salvatore lucio ficarraAGRIGENTO, ore 8:15 – Innovazione tecnologica e formazione del personale. E’ l’obiettivo del direttore generale dell’Asp di Agrigento, Salvatore Lucio Ficarra, che da quando si è insediato ha adottato una serie di provvedimenti che vanno in questa direzione. I recenti provvedimenti riguardano la fornitura di due “Ecotomografi” di cui uno per esami e procedure interventistiche da installare presso l’Unità di Urologia del presidio ospedaliero San Giovanni di Dio di Agrigento, e l’altro Ecotomografo ad alte prestazioni per rispondere alle esigenze diagnostiche cardiologiche, transfontanellari encefaliche e addominali neonatali da installare presso la Neonatologia e terapia intensiva del presidio ospedaliero di contrada Consolida. L’importante e moderna attrezzatura consentirà ai medici ospedalieri di effettuare diagnosi sempre più precise migliorando la qualità dei servizi offerti all’utenza. Gli Ecotomografi saranno consegnati nelle prossime settimane. Sempre la direzione generale ha autorizzato gli uffici preposti all’acquisto di una “Elastografia epatica”, conosciuta meglio con il nome di Fibroscan, una sonda ecografica che consente di valutare l’elasticità dei tessuti del fegato. L’esame clinico con l’apparecchio di cui sopra può essere ripetuto nel tempo, non procura dolore, è veloce e non invasivo come potrebbe essere la Biopsia Epatica. Il Fibroscan consentirà agli utenti affetti da patologie epatiche come ad esempio epatiti virali il monitoraggio continuo evitando le fastidiose biopsie. L’apparecchio sarà installato sempre al San Giovanni di Dio di Agrigento, ma sarà comunque a disposizione di tutta la  popolazione agrigentina. Il Fibroscan, oltre ai benefici dal punto di vista medico contribuirà  a ridurre l’annoso peregrinaggio dei pazienti e dei loro familiari, per i vari ospedali dell’isola e anche oltre per le biopsie epatiche. Infine è stata approvata la stipula della Convenzione con l’Università degli Studi di Palermo per l’attività di specializzazione dei medici in Ortopedia e Traumatologia. L’importante Convenzione consentirà ai medici specializzandi di formarsi sul campo, e di essere seguiti da un tutor. L’Asp metterà  a disposizione degli specializzandi le attrezzature, gli arredi, i presidi diagnostici e terapeutici per meglio completare la loro formazione professionale. La convenzione porterà vantaggi alla struttura ospedaliera che potrà contare da un lato sulla presenza in reparto di più medici, dall’altro la possibilità degli specializzandi di avere un contatto diretto con le patologie di riferimento per una migliore crescita professionale.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti