Licata, Canalizzazione Diga Gibbesi: la Cisl preoccupata

Licata, ore 21:53 Nuovo intervento del segretario della Cisl di Licata, Toni Licata, che in una nota denuncia, con preoccupazione, che il bando per l’ assegnazione dell’incarico della progettazione per la canalizzazione della diga Gibbesi ancora non viene esitato dall’ Assessorato all’ Agricoltura della Regione Sicilia, sebbene le risorse siano già tutte disponibili da fine luglio del 2011. Normalmente le difficoltà sono nel trovare le risorse e trovate quelle si procede abbastanza speditamente. Nel nostro caso, dopo decenni , a fine luglio del 2011 il Consorzio di bonifica Gela 5 , dal quale dipende la diga in oggetto, delibera il residuale 20% dei costi necessari alla realizzazione del progetto , mentre l’ 80% era stato reso disponibile da Agensud, ma, ad oggi, dopo varie telefonate presso l’ Assessorato competente apprendiamo che il bando per la progettazione non è stato ancora emesso. Non possiamo e non dobbiamo più stupirci se: Non si riescono a spendere i fondi Fas, (quando arrivano), i fondi europei, (anche se già arrivati), altre rimesse statali dedicate a capitoli ben precisi, se i tempi sono questi che stiamo condannando. Si sta trucidando l’Agricoltura siciliana, con accordi con paesi extra comunitari, vedi Marocco, non si interviene per la realizzazione di opere infrastrutturali, il tutto avviene nel disinteresse quasi generale ed alla fine nessuno ne sapeva niente, nessuno ne risponde ed è quasi come se il problema non riguardasse nessuno. La Regione Sicilia, sia a livello politico che burocratico si sta rivelando una tale palla al piede che rischia di portare definitivamente a fondo l’ economia ed il futuro di questa martoriata terra. E’ avvilente – conclude il sindacalista della Cisl – constatare che quando c’è da spingere per raggiungere determinati obiettivi si è da soli o con pochissimi altri, ma quando arriva qualche piccolo risultato si assiste alla corsa di ognuno tra partiti, istituzioni, rappresentanze di categoria e altri per accreditarsene il merito. Si emetta il bando subito o così facendo saremo destinati ad una condizione di cronico sottosviluppo”.

Lascia un Commento

Articoli recenti