Naro, Consegnati i lavori per la realizzazione del Centro sociale

foto d epoca dell ex convento di Sant Agostino (accanto all'omonima chiesa) dove sorgerà il centro socialeNaro, ore 12:49 – Il direttore dei lavori e geometra comunale Nino Comparato ha consegnato, in via d’urgenza e sotto le riserve di legge, all’impresa appaltatrice “2G Costruzioni” di Messina i lavori di manutenzione straordinaria e di recupero funzionale dell’immobile di piazza Sant’Agostino finalizzati alla realizzazione di un Centro sociale, che diventerà un punto di aggregazioneculturale per bambini, anziani, giovani e diversamente abili. La struttura comprenderà, inoltre, una biblioteca e un laboratorio artistico multifunzionale. Ultimati i lavori, nella piazza di Sant’Agostino, nelle adiacenze dell’omonima Chiesa e precisamente nell’ex convento agostiniano, sorgerà un centro di aggregazione socio-culturale che sarà aperto soprattutto alla fruizione dei giovani e degli anziani, ma che avrà anche delle sezioni dedicate rispettivamente ai bambini e ai diversamente abili. Lo rendono noto il sindaco Calogero Cremona e l’assessore comunale ai lavori pubblici Fabio Schembri, che spiegano che i lavori siano stati finanziati dall’Assessorato Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali per un importo di circa un milione e 800 mila euro, di cui circa 400 mila come somme a disposizione dell’amministrazione e più di 300 mila come ribasso d’asta residuato dopo l’aggiudicazione dei lavori che è avvenuta a seguito di gara espletata dalla commissione istituita presso la sezione di Agrigento dell’Urega, presieduto dall’ex magistrato Melchiorre Cirami. I lavori dovranno essere ultimati entro il 28 febbraio 2015. “L’amministrazione Comunale e in particolare l’assessore Fabio Schembri ha dato una sensibile e sostanziale accelerata agli adempimenti necessari per la consegna dei lavori finalizzati alla realizzazione del centro – spiega Cremona – procedendo con ogni solerzia alla stipula del contratto d’appalto che adesso si trova in corso di registrazione. I tempi imposti dal programma di finanziamento del Fesr, relativo allo Sviluppo Urbano Sostenibile sono infatti molto ristretti, tanto che con l’impresa aggiudicataria sono stati concordati nuovi e più stringenti tempi per l’ultimazione dei lavori, procedendo per così dire a tappe forzate. L’opera, d’altro canto, riveste notevole interesse e, una volta realizzata, concorrerà allo sviluppo territoriale locale e alla realizzazione di buone pratiche nel campo delle politiche sociali”.

Lascia un Commento

Articoli recenti