Naro, Festa grande in Consiglio Comunale ed in piazza per il Borgomastro Hager

Naro, ore 19:33 “L’emigrazione dei Naresi a Pforzheim, ieri ed oggi: iniziative e prospettive”. E’ stato, questo, il punto all’ordine del giorno del Consiglio Comunale, convocato dal presidente  Salvatore Morello in seduta aperta, con la partecipazione di tantissimi cittadini, come da tempo non se ne vedevano nell’aula consiliare.  La seduta è iniziata con l’esecuzione dell’inno nazionale tedesco e di quello italiano a cura del Coro Polifonico dei Pueri Cantores, diretto dal maestro Rosa Maria Giunta. Subito dopo, sono intervenuti  il Sindaco Pippo Morello ed i consiglieri comunali Lillo Burgio, Angelo Gallo, Lidia Mirabile, Agostino Scanio, Vincenzo Fontana e Salvatore Milazzo. Particolarmente toccante è stato l’intervento del consigliere Burgio che –a fronte del suo presente di piccolo imprenditore- ha ricordato il suo passato di emigrato in Germania. Poi, hanno preso la parola i cittadini Ignazio Bonanno, ex emigrato, e Calogero Sferrazza, uno dei primi emigrati a Pforzheim; quindi, il dirigente regionale del Centro Orientamento Emigrati Siciliani (COES) Giovanni Tesè;  il Maresciallo dei Carabinieri Gaetano Pallavanti; il Priore della Matrice don Stefano Casà; il rappresentante del Centro di Culturale Italiana di Pforzheim, Enzo Urso; il componente della Commissione per l’Integrazione del Comune di Pforzheim Ignazio Minotta. Quindi, è stata la volta delle Autorità Tedesche, con l’intervento di Horst Basert, presidente dell’Associazione Italo-Tedesca; Anita Gondek, responsabile dell’ufficio integrazione del Comune di Pforzheim; Rolf Constantin, consigliere comunale. Infine, ha concluso il Borgomastro di Pforzheim, Gert Hager, il quale ha pronunciato un commovente discorso che ha riscosso ripetuti e calorosi applausi da parte del numeroso pubblico presente. Il Borgomastro ha chiesto scusa se, nel passato, gli emigrati non sono sempre stati accolti bene a Pforzheim ed ha ricordato come i Naresi abbiano contribuito sia alla ricostruzione edilizia di Pforzheim, semi-distrutta dai bombardamenti anglo-americani della seconda guerra mondiale sia allo sviluppo, sia allo sviluppo industriale della città tedesca, ricca di fabbriche. Dopo la seduta consiliare, tutti gli intervenuti si sono spostati verso il quartiere di San Calogero, dove  si è proceduto all’ intitolazione del Largo adiacente la rotonda  alla Città di Pforzheim. Durante la cerimonia ufficiale dell’intitolazione, il Sindaco Pippo Morello ha motivato l’evento col fatto che a Pforzheim risiedono più di 8mila persone che sono nate a Naro o sono comunque discendenti (figli, nipoti o –addirittura- pronipoti) di nativi Naresi. Quindi, si è proceduto con la visita della mostra fotografica, allestita nella villa comunale dall’Associazione Culturale Indara; alla degustazione di prodotti tipici naresi, a cura dell’Associazione AUSER e della cooperativa sociale Network Word Social Project; alla  rappresentazione della commedia “La Giara” di Pirandello a cura del Teatro Dialettale Calogero Gueli Alletti.

DICHIARAZIONE DEL SINDACO PIPPO MORELLO: “Sono davvero soddisfatto dell’incontro con le Autorità tedesche ed in particolare col Borgomastro Hager, soprattutto per la partecipazione popolare all’evento, ma anche perché si sono poste le basi per un possibile intercambio culturale e commerciale tra le due città”.

[nggallery id=113]

Lascia un Commento

Articoli recenti