Provincia di Agrigento, Giglione lascia l’Aula Pellegrino: al suo posto Maurizio Masone

Agrigento, ore 9:35 Pietro Giglione sceglie l’assessorato e lascia sala Pellegrino. Si è dimesso, infatti, da consigliere e vice presidente del Consiglio provinciale, l’esponente del Partito democratico che grazie alla nuova legge ha potuto mantenere entrambe le cariche, assessore e consigliere. Al suo posto subentrerà Maurizio Masone, primo dei non eletti nel collegio di Agrigento. Per Masone quindi inizia la nuova avventura in Consiglio provinciale. La surroga tra Giglione e Masone sarà inserita nella prossima convocazione dell’Aula Pellegrino che sarà fatta dal presidente Raimondo Buscemi, dopo aver consultato la commissione dei capigruppo. Oltre all’ingresso di Masone di Giglione il Consiglio dovrà ratificare, con la nomina a votazione, il nuovo secondo vice presidente , carica finora ricoperta da Pietro Giglione. In scaletta, inoltre saranno inseriti gli argomenti non discussi durante l’ultima seduta del Consiglio provinciale che è stata disertata dai consigliere. Si tratta di 8 proposte di deliberazione inviate dall’amministrazione e dai Consiglieri. Tra queste le interrogazioni presentate dal consigliere Carmelo Avarello sullo stato precario riguardante il liceo pedagogico giudici “Saetta e Livatino” di Ravanusa e quella relativa ai lavori di sistemazione della strada provinciale Ravanusa – Licata. Dovrà essere discussa anche l’interrogazione del consigliere Spoto sui lavori di sistemazione della strada provinciale Raffadali – Cattolica Eraclea. Da inserire anche la proposta di modifica del nuovo schema dello statuto del Consorzio Universitario. Infine, anche la relazione del presidente del primo semestre 2011 e due debiti fuori bilancio per circa 22 mila euro.

Lascia un Commento

Articoli recenti