Ravanusa, D’Angelo revoca 2 contratti di affitto: un risparmio da 30.000 euro all’anno

carmelo d'angelo con la fasciaRavanusa, ore 20.57 Un risparmio di almeno 30.000 euro. Il nuovo sindaco Carmelo D’Angelo comincia il suo mandato all’insegna dell’austerità e decide di rescindere due contratti di locazione per altrettanti immobili dove erano sistemati gli uffici anagrafe e polizia municipale, ed il contratto di affitto di uno stabile in via Aldo Moro che ospita l’ufficio di collocamento. Altri contratti di affitto sono attualmente al vaglio del sindaco e degli uffici per verificare se è possibile giungere alla rescissione. Il sindaco assicura di aver trovato una sistemazione al personale che lavora nel servizio anagrafe e polizia municipale, attraverso una manovra di trasloco dell’ufficio del giudice di pace (che attualmente è ospitato al pian terreno del municipio) in alcuni locali messi a disposizione, a titolo gratuito ed in comodato, dalla Curia di Agrigento. Al posto del giudice di pace saranno sistemati gli uffici dei vigili urbani e l’anagrafe. Mentre gli sportelli per gli utenti saranno sistemati nel centro culturale di via Montebello. “In questa struttura – dice il sindaco D’Angelo – intendiamo sistemare gli sportelli Suap, Enel e Girgenti acque, già attivi, ed inserire anche lo sportello Inps grazie ad una convenzione con l’istituto di previdenza. Infine l’ufficio di collocamento tornerà nella vecchia sede di via Rinascita, dopo il completamento dei lavori che impiegheranno circa tre mesi. Dal 2014 comunque questi contratti non saranno più in vigore e ne conseguirà un risparmio di circa 30.000 euro. “Uno dei primi obiettivi di questa amministrazione – ha dichiarato Carmelo D’Angelo – è quello di spendere bene i soldi dei contribuenti. Non un solo euro sarà speso senza prima valutare l’effettiva convenienza per il cittadino”.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti