coro polifonico san giacomo ravanusa

Ravanusa, Il coro San Giacomo presenta il suo cd “Ultreja”

RAVANUSA – Il Coro Polifonico San Giacomo di Ravanusa, nella solennità della festa di Cristo Re, oggi 22 novembre, alle 19.30, presenterà presso la Chiesa Madre il primo album intitolato “Ultreja”. Si tratta di un cd contenente alcuni canti sacri che fanno parte del proprio repertorio musicale, eseguiti dal coro diretto dal maestro Isa Paraninfo. Tra i brani presenti nell’album vi è “Beddra Matri di lu Cummentu”, una poesia di Girolamo La Marca divenuta canto, che ha dato vita a un video realizzato da Giovanni Di Caro che sarà proiettato nel corso della serata. Un momento importante per questa realtà canora della città di Ravanusa, che da ormai quasi 12 anni svolge la propria attività allietando i diversi momenti della liturgia sacra.

IL CORO

Il coro polifonico “San Giacomo” nasce nel 2003 in seno alla Chiesa Madre di Ravanusa, dalla quale ha ereditato il patrono, San Giacomo appunto, e nella quale svolge la sua prevalente attività, animando le principali cerimonie e festività liturgiche. Fortemente voluto dall’arciprete Don Emanuele Casola, il coro ha visto la luce grazie alla pazienza e alla professionalità del maestro Isa Paraninfo, che in tutti questi anni ne ha diretto e formato i componenti, che sono suddivisi in quattro sezioni: soprani, contralti, tenori e bassi. Ben presto l’impegno e la perseveranza dimostrate, hanno fatto guadagnare al coro la possibilità di uscire fuori dalle mura parrocchiali, per animare liturgie ed esibirsi in concerti non solo a Ravanusa, ma anche nei paesi limitrofi, riscuotendo successi e grandi soddisfazioni. Attualmente il coro polifonico “San Giacomo” conta 30 membri uniti dal desiderio di cantare e far cantare a tutti le lodi di Dio, sempre pronti a migliorarsi e a trasmettere emozioni.

MAESTRO: Isa Paraninfo

BASSI: Salvatore Noto, Vito Pirrera,  Franco Catania, Giuseppe Trenta, Stefano Minacori, Angelo Corvitto.

TENORI: Sandro Ficarra, Vito Triglia, Giuseppe Di Salvo, Formuso Calogero.

CONTRALTI: Franca Nocera, Rita Barbera, Luisa Pennica, Maria Antonina Tabbì, Enza Tinnirello, Carmela Bottaro, Nada Abbruscato, Lentini Lilla.

SOPRANI: Tanina Burgio, Giusy Brancato, Lisa Sciacchitano, Franca Caravaglia, Maria Russo, Liliana D’Anna, Enza Muratore, Formuso Mimma, Gattuso Fina, Biondo Nicoletta, Formuso Marzia, Manuela Lazzaro, Rosanna Contrino.

Isa Paraninfo, originaria di Mazzarino (CL), inizia gli studi pianistici nella sua città natale con il M° M. Carbone fin da piccolissima. Successivamente viene ammessa al liceo musicale “V. Bellini” di Caltanissetta dove prosegue il corso decennale degli studi pianistici sempre con lo stesso maestro. Consegue il diploma di Pianoforte preceduto dalla maturità classica e da quella magistrale.

Perfeziona la sua tecnica e interpretazione con il M° A. Trombone a Palermo e successivamente, frequenta l’Accademia di Musica “A. Vivaldi” di Darfo Boario Terme sotto la guida del M° Bruno Mezzena.

Inizia la carriera concertistica come solista specializzandosi nel repertorio classico e romantico ed interpretando le opere di Chopin, Schubert, Brahms, Mozart e in duo con il flauto traverso eseguendo composizioni tratte dal repertorio barocco, classico e moderno.

Insegna, prima, per un anno presso il Liceo Musicale “V. Bellini” sezione staccata di Mazzarino (pianoforte principale) poi al Magistrale “D. Alighieri” di Gela.

Partecipa ai concorsi a cattedra per l’insegnamento della musica nelle scuole di istruzione secondaria di I e II grado risultando vincitrice in entrambi.

Nell’anno scolastico 1998-1999 arriva l’immissione in ruolo presso l’Istituto Magistrale “Giudici Saetta e Livatino” di Ravanusa per l’insegnamento della storia della musica e del canto corale.

Dall’anno scolastico 2014-2015 (vista la riforma della scuola che ha completamente cancellato la musica nei Licei delle Scienze Umane) ha avuto il passaggio di ruolo presso L’Istituto Comprensivo “A. Manzoni”.