Ravanusa, Il quinto incontro sulle cardiopatie pediatriche in programma il 24 gennaio

manifesto convegno cardipoatieRavanusa, 18 gennaio 2015 ore 10:23 – Presso la biblioteca comunale, giovedì 24 gennaio si terrà il quinto incontro informativo sulle cardiopatie congenite e pediatriche, promosso dal medico Calogero Ninotta che si batte ancora oggi perché la prevenzione diventi un elemento chiaro nella vita di tutti i giorni. Importante il segnale lanciato dall’associazione “Il Giglio”, fautrice di un sistema di volontariato che sostiene le famiglie, attraverso una serie di servizi e iniziative, apporta conoscenza e dialoga con il territorio. Dopo i saluti del sindaco, Carmelo D’Angelo, di Angela Vinciguerra, presidente del Giglio e di Gina Trenta, presidente dell’Athena Club, interverranno: il ginecologo Enzo Scattareggia; Ennio Ciotta, dirigente dell’unità di Cardiologia di Licata; Concetta Mattina, pediatra di Canicattì, Mariateresa Ferro, medico dell’Ospedale di Canicattì, reparto Cardiologia, Vincenzo Bianca, Direttore della Cardiologia pediatrica, Dipartimento Materno Infantile “Arnas Garibaldi” di Catania. Lo staff di specialisti relazionerà, con linguaggio semplificato, sulle tematiche relative alle cardiopatie e sulla necessità di intervenire in tempo fin dall’inizio della gestazione e nei mesi successivi alla nascita del bambino. “Il convegno nasce da esperienze dirette – racconta Ninotta – che hanno portato, attraverso la prevenzione, alla risoluzione di casi anche gravi. I bambini di cui parlo oggi stanno benissimo e possono vivere un’esistenza normale. Purtroppo – racconta ancora il medico – tali patologie sono spesso sconosciute, quindi, è fondamentale puntare sulla informazione per dare alle mamme e alle famiglie la possibilità di conoscere in tempo utile il problema e di intervenire per la soluzione già in tenerissima età. Le cardiopatie congenite sono difetti di formazione del cuore durante la vita fetale, associate a vari fattori che spaziano dalla genetica alle malattie infettive”. I relatori tratteranno tutti gli argomenti utili per conoscere anche i metodi più comuni per diagnosticare tali patologie: dall’auscultazione del torace, al cateterismo cardiaco, passando per l’elettrocardiogramma, oggi è possibile fare diagnosi in tempo. Appuntamento in biblioteca per saperne di più e per non rimanere impreparati di fronte ad una patologia che oggi ha un’incidenza del 6/8 % su mille nati vivi.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti