Restituzione mini Imu : lacrime di coccodrillo

IMAGE_FILE_101192 Agrigento ore 9:00 riceviamo e pubblichiamo. Lacrime di coccodrillo : il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, tradendo l’ impegno che ha assunto con gli elettori nel 2012 secondo cui mai avrebbe aumentato l’ Imu, ha invece aumentato nel 2013 l’ Imu al massimo consentito. E a causa di tale aumento adesso gli agrigentini pagheranno la mini Imu con l’ F24 entro il 24 gennaio. Nel frattempo, Zambuto agita l’arma della demagogia promettendo restituzioni, ma sono lacrime di coccodrillo”. Così affermano i gruppi consiliari del Patto per il Territorio, Forza Italia e Nuovo centrodestra, che spiegano : “abbiamo appreso da alcuni organi di stampa che gli Uffici del Comune sono impegnati a valutare la proposta del sindaco Zambuto di restituire quanto gli agrigentini pagheranno come mini Imu attraverso l’azzeramento delle indennità della Giunta e dei gettoni dei Consiglieri. E’ appena il caso di ricordare che noi consiglieri comunali, già dal 2011 abbiamo ridotto del 50 per cento il nostro gettone, il Sindaco invece, al contrario dei Consiglieri, ha impiegato la sua prima delibera, appena dopo l’insediamento, per aumentare le indennità di carica. La Giunta Zambuto, nonostante le promesse elettorali, rivelatesi tutte da marinaio, non ha mai ritoccato al ribasso le indennità di carica, né come gesto simbolico né come atto sostanziale, così come lo si richiede adesso. Anziché piangere oggi lacrime di coccodrillo, sarebbe stato doveroso da parte di Zambuto non aumentare al massimo l’ Imu nel 2013, mantenendo l’ impegno assunto con gli elettori, che invece sono stati afflitti dall’ aumento della tassa, dalla mini Imu . Proporre adesso, e demagogicamente, di rinunziare alle indennità affinchè un giorno – chissà quando – si proceda al rimborso di quanto i cittadini dovranno per intanto versare entro il 24 gennaio p.v., è un’autentica presa in giro. Sin dal gennaio 2013 il Consiglio Comunale ha votato atti d’indirizzo ed avanzato proposte di riduzione delle aliquote dei tributi locali. Ma la risposta fornita dall’Amministrazione ,nonostante il bilancio di previsione fosse tutt’altro che approntato, è stata sempre la stessa: non c’è la copertura finanziaria. Perchè il Sindaco, anzichè fare demagogia, non accoglieva le nostre proposte sin dallo scorso anno, in modo tale da inserire in bilancio (quel bilancio votato appena due settimane fa) la riduzione dell’Imu? Se così fosse stato, i cittadini oggi non avrebbero dovuto versare nulla. Che beffa. Che delusione”.

 

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti