Sciopero Dedalo: Miceli chiede revoca

Canicattì, ore 19.45 Nuovo sciopero dei lavoratori del comparto dei rifiuti nell’Ato Ag3. A proclamarlo è stata la Cgil che accusa la società d’ambito Dedalo ambiente spa, di non aver provveduto al completamento dello stipendio del mese di febbraio ai propri dipendenti. Stamattina, il commissario liquidatore, Rosario Miceli, ha provveduto al pagamento delle spettanze, per cui è stata chiesta al sindacato la revoca dello sciopero. La Cgil, come azione di lotta, aveva previsto una nuova serrata per i giorni di lunedì 8 e martedì 9 aprile e l’astensione dal lavoro straordinario per le successive nove giornate in tutto l’ambito territoriale, quindi da Licata a Canicattì, passando per Ravanusa, Campobello, Naro, Camastra e Palma di Montechiaro. Miceli ricorda inoltre che non sono stati ancora accreditati alla Dedalo i fondi della Regione che i Comuni hanno chiesto come anticipo per il ripianamento dei debiti nei confronti degli Ato Rifiuti. Miceli quindi si impegna a provvedere al pagamento delle spettanze per il mese di marzo, maturate ieri, non appena i Comuni soci verseranno quanto dovuto. Da qui la proposta di revocare lo sciopero. Se la Cgil non arretrerà di un passo, allora la società assicurerà i servizi minimi essenziali.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti