Sebastiano Costanza coordinatore dell’Api di Licata

Licata, ore 19:54 Sebastiano Costanza è il nuovo coordinatore cittadino dell’Api, l’alleanza per l’Italia, di Licata. E’ stato eletto al termine del congresso che si è svolto in città. All’assemblea congressuale ha partecipato il coordinatore provinciale, Nuccio Cusumano che ha parlato delle priorità di Licata e del ruolo dell’Api nel Terzo polo. “Attendiamo di essere convocati formalmente dal presidente della Provincia, D’Orsi, per discutere di un nostro ingresso in giunta così come auspicato dallo stesso durante la conferenza di presentazione dei nuovi assetti politici – dice Nuccio Cusumano – circa due mesi fa ci eravamo incontrati con D’Orsi e con l’onorevole Di Mauro, alla Provincia, per discutere di un nostro ingresso in giunta, anche se non abbiamo consiglieri di riferimento. Poi non se ne è fatto più nulla. Adesso scopriamo che il presidente ha lasciato uno spiraglio aperto, ma non ci ha ancora convocati ufficialmente”. Il nodo della questione è sempre legato al Terzo polo. “Si va delineando – aggiunge l’onorevole Cusumano – un’idea di politica e di rapporti dentro il “Terzo Polo” agrigentino senza la compiutezza di una vera e propria azione organizzativa e politica che, partendo dal governo della Provincia, ancora aperto alle dinamiche, a volte conflittuali, che segnano il rapporto tra le forze politiche possa riaffermare la propria identità politica, culturale e programmatica, come alternativa o come nucleo centrale di una nuova alleanza federata, che definisca un chiaro ed esemplare patto, senza ambiguità e senza equivoci, con i potenziali compagni di viaggio, rimuovendo chiusure e ritardi. In questo senso, l’incontro con il presidente D’Orsi e l’onorevole Di Mauro ha rappresentato l’inizio di un ragionamento che non può fermarsi al dato celebrativo di un nuovo inizio con un primo confronto di opinioni e punti di vista, ma necessita di un vero e proprio momento collegiale e di una permanente azione tra tutte le forze che si ritrovano nella comune condivisione di un nuovo progetto politico”.

Lascia un Commento

Articoli recenti