20160320_150315

Solo un pari senza reti tra Palma e Licata

PALMA DI MONTECHIARO –  Un’altra mezza impresa della Polisportiva Palma che sebbene guardi dal basso in alto le altre squadre riesce a centrare obiettivi importanti. Prima la vittoria con la capolista Nissa, ieri invece il pareggio con la seconda della classe, Licata calcio. Pari senza reti nonostante le tantissime occasioni che si sono registrate nei 97 minuti di gioco. L’ultimo posto in graduatoria degli uomini di mister Alotto è davvero “bugiardo” se si considera appunto la mole di gioco prodotta e la grande determinazione dell’organico rosanero. Palmesi senza Iordache. Nel Licata mancano Bonvissuto e Ortugno, mister Bellomo dovrà fare di necessità virtù. Si affida ai giovani. E non cambia nulla, non sostituisce nessuno, anche se la panchina era piena e Biondi è stato lasciato a bordo campo a riscaldarsi in attesa di entrare nel rettangolo di gioco. Cambio mai effettuato. La cronaca: dopo 8 minuti la prima conclusione di Tano, svirgolata e distante da Tilaro. Al 10’ è Montesanto, dal limite, a prendere la mira, ma la palla finisce a lato di Cigna. Due minuti ancora ed Agozzino si mette in evidenza con una bella giocata, fermato fallosamente al limite dall’area. Calcio di punizione con Ciscardi che imbecca Marrella, il numero 11 palmese serve Tano, conclusione fuori dallo specchio della porta. Al 45’ Agozzino dalla fascia riesce a tirare, la palla attraversa la linea di porta ma finisce a lato. Secondo tempo: al 6’ punizione di Grillo e Venniro di testa mira alto, fermato comunque dall’arbitro che raccoglie la segnalazione di fuorigioco dal secondo assistente. Quando il cronometro segna il 60’ c’è lo scambio Venniro – Martorana e Cigna para col petto, rifugiandosi in angolo. Al 20’ assist di Agozzino per Mancuso che di testa mira alto. Protestano i gialloblu’ al 27’ per un calcio di rigore negato dall’arbitro: Martorana cade giù, i palmesi chiedono l’ammonizione per simulazione. L’arbitro è “salomonico” e non accorda nulla. Al 31’ altra occasionissima per il Licata: punizione di Fabrizio Grillo e Joel Cannizzaro, di testa sbaglia a portiere battuto. L’ultima chances per l’undici di Bellomo al 43’ con Cigna “saracinesca” che si oppone a Venniro. Finisce in  pareggio. Rimbrotti in campo tra Fabrizio Grillo e Mimmo Bellomo, tifosi licatesi delusi che accompagnano con i fischi la squadra a fine gara. Il futuro di Bellomo è nella mani del presidente Bruno Vecchio che in settimana deciderà se esonerarlo. Ormai il Licata non sa più vincere, nonostante la bella prestazione. Complimenti alla Polisportiva Palma che ci crede ancora, fino alla fine.

LA GALLERY

IL TABELLINO

Palma 0

Licata 0

Polisportiva Palma: Cigna, Pira, Ciulla, Minio, Andolina, Mancuso, Agozzino, Ciscardi, Petrucci (29’ st Alotto), Tano, Marrella (36’ st Lauricella). Allenatore Pietro Alotto. A disposizione: Savaia, Vicari, Vella.

Licata: Tilaro, Antona, D. Cannizzaro, Montesanto, J. Cannizzaro, Puccio, Martorana, Grillo, Venniro, Pira, Scalisi. Allenatore Mimmo Bellomo. A disposizione: Lauria, Biondi, Mantia, Santamaria, Triglia, Faye, Vecchio.

Arbitro: Geraldi di Agrigento. Assistenti: Gallea e Drago di Agrigento.

Note: ammoniti Mancuso e Ciscardi (Polisportiva Palma).

Corner: 2 Palma, 9 Licata.